Vangelo 12 Dicembre 2019. Non ci fu uomo più grande di Giovanni Battista.

Non ci fu uomo più grande di Giovanni Battista.

Vangelo
Vangelo

Lettura e commento al Vangelo di Giovedì 12 Dicembre 2019 – Mt 11,11-15: Non ci fu uomo più grande di Giovanni Battista.

LEGGI: Oggi è la Madonna di Guadalupe. Scopri la storia


+ Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse alle folle:
«In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.
Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono.
Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. E, se volete comprendere, è lui quell’Elìa che deve venire.
Chi ha orecchi, ascolti!».


Elia è venuto nella persona di Giovanni

Gesù vuole i suoi discepoli capaci di leggere la storia che si vive sotto i loro occhi. Un discepolo che non sa leggere quanto accade attesta che in lui non vive lo Spirito del Signore, che è Spirito di Sapienza, Conoscienza, Intelligenza, Scienza e Verità.

Giovanni non è Elia che ritorna con il suo carro di fuoco tra i figli di Abramo per preparare la via al Signore. È pieno invece dello Spirito di fortezza, di parola, di autorevolezza e autenticità che fu di Elia. Questa verità è annunziata dall’Angelo Gabriele nel tempio a Zaccaria.

Zaccaria, nel suo cantico di benedizione, profetizza che Giovanni andrà dinanzi al Signore a preparargli la via. Se è venuto Elia, è venuto anche il Signore. Elia infatti non ha altra missione da compiere: solo preparare la via al Dio che viene a visitare il suo popolo. 


Elia è venuto nella persona di Giovanni e ha preparato la via a Gesù, necessariamente Gesù non solo è il Messia del Signore, è anche il Signore. È il Messia e il Signore. È l’Unto di Dio e Dio stesso. Nella sua Persona Gesù è Dio, è il Signore, è il Cristo di Dio. Lo Spirito Santo dona la profezia. Lo Spirito Santo la interpreta. Lo Spirito Santo la dichiara compiuta. Gesù è il Signore che deve venire. È il Messia di Dio, il suo Unto. Queste verità sono inseparabili. Sono una sola verità.

Vangelo
Vangelo

Chi nasce è il Verbo Eterno


Chi si appresta a celebrare il Santo Natale deve sapere che chi nasce non è un grande uomo, non è un Salvatore o un Redentore potente. Non è una figura nobilissima della nostra umanità. Chi nasce è il Verbo Eterno, il Figlio Unigenito, il Dio che è in principio presso Dio, che si fa carne nel seno della Vergine e nasce come vero uomo. È dall’eternità vero Dio, vero Figlio di Dio per generazione eterna. Con l’incarnazione diviene vero Figlio dell’uomo per generazione per opera dello Spirito Santo nel grembo di Maria.

Nasce la Persona del Figlio di Dio come vero uomo, rimanendo vero Dio. Poiché è Dio che nasce nella carne, Gesù è il Differente Eterno da ogni altra persona, sia divina che umana. Solo Gesù è il Dio incarnato che sussiste in due natura, natura umana e natura divina. Solo Gesù è il Dio-Uomo che può salvare ogni altro uomo. Su questa verità non si devono fare sconti né in molto né in poco. Così essa è e così va affermata per i secoli dei secoli. Nessun altro uomo è vero Dio, ma solo uomo.

Madre di Dio, Angeli, Santi, fate che la verità di Gesù sia annunziata nella sua purezza.

Fonte lachiesa.it

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome