Speciale Papa Francesco in visita alle istituzioni europee a Strasburgo

Speciale Papa Francesco in visita alle istituzioni europee a StrasburgoUna lunga “standing ovation” ha salutato il discorso di Papa Francesco a Strasburgo. Gli eurodeputati che affollavano l’emiciclo, e hanno punteggiato di applausi l’intero discorso, soprattutto nei passaggi sull’immigrazione, il lavoro e la povertà, si sono alzati in piedi alla fine del suo intervento e gli hanno dedicato molti minuti di battimani. “Lei è una personalità che orienta in momenti di perdita di orientamento, le sue parole ci aiuteranno“, ha commentato il presidente Schulz.

L’Europa è una “famiglia di popoli” chiamata a prendersi cura “della fragilità dei popoli e delle persone”, a lavorare per dare “dignità” all’uomo in quanto “persona” e non come “soggetto economico”, a rifiutare la “cultura dello scarto” e quegli stili di vita di “un’opulenza ormai insostenibile” e “indifferente” specie verso i più poveri, a creare le condizioni per il lavoro, a evitare gli sprechi, a difendere la famiglia e l’ambiente, a proteggere le democrazie dagli interessi del “potere finanziario al servizio di imperi sconosciuti”, ad accogliere gli immigrati impedendo che finiscano nella rete del “lavoro schiavo”, il tutto traendo l’ispirazione dal “patrimonio del cristianesimo” che ha plasmato il continente sin dalle sue origini.

Sono alcuni dei concetti espressi da Papa Francesco durante il suo intervento al Parlamento europeo di Strasburgo, sottolineati dagli applausi dei deputati riuniti in seduta solenne.

L’Europa riscopra le sue radici per costruire un futuro di pace in dialogo con il mondo. E’ la sfida lanciata da Papa Francesco nel suo intervento all’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa. Il Papa ha ribadito la denuncia della Chiesa contro il traffico di armi e di esseri umani, quindi ha avvertito che senza la ricerca della verità la democrazia scivola nell’individualismo e si arriva alla globalizzazione dell’indifferenza.

Il programma di martedì 25 novembre 2014

7.55  Partenza in aereo dall’Aeroporto di Roma Fiumicino per Strasburgo
10.00 Arrivo all’Aeroporto Internazionale di Strasburgo/Entzheim
Accoglienza privata
10.35 Visita al Parlamento Europeo
12.05 Visita al Consiglio d’Europa
13.50 Partenza in aereo da Strasburgo per l’Aeroporto di Roma Ciampino
15.50 Arrivo all’Aeroporto di Roma Ciampino

GLI ARTICOLI DEL NOSTRO SPECIALE:

Speciale Papa Francesco in visita alle istituzioni europee a StrasburgoSpeciale Papa Francesco in visita alle istituzioni europee a StrasburgoSpeciale Papa Francesco in visita alle istituzioni europee a Strasburgo



Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

La cupola di San Pietro
I sette pilastri della felicità
Cento giorni con Gesu

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento