Home News Corpus et Salus Tumore al cervello, i dottori si rifiutano di operare Milli, 12 anni:...

Tumore al cervello, i dottori si rifiutano di operare Milli, 12 anni: poi il miracolo a Sidney

Milli Lucas è una ragazza fortunata. In Gran Bretagna è stata già ribattezzata “miracle girl” dopo che, grazie a un delicatissimo intervento di neurochirurgia, le è stato asportato il 100% del tumore che le aveva aggredito il cervello per la terza volta. Lo scorso aprile, Charlie Teo, il chirurgo che la segue, le aveva dato la triste notizia: il cancro era tornato nonostante una precedente operazione lo avesse eliminato al 98%.

Le speranze di sopravvivere – riferisce l’edizione on line del quotidiano Il Messaggero – per la piccola Milli, che nonostante i 12 anni di età, non si è persa d’animo, erano ridotte al lumicino. Tutti i medici a cui si era rivolta nella sua città, Perth, in Australia, si erano rifiutati di intervenire. Troppo rischioso. Le possibilità che la bambina andasse incontro a una paralisi o addirittura alla morte erano troppo elevate.

milli.luca_.tumore.cervello
la piccola Milli

Così, la dodicenne, assieme al padre, Grant Lucas, si è recata a Sydney, dove a salvarla ci ha pensato il dottor Charlie Teo, molto conosciuto in Australia, che, dopo un’operazione di otto ore le ha rimosso per intero il male che la affliggeva. La famiglia ha pubblicato un altro aggiornamento sul blog di Milli “Team Millstar” venerdì, raccontando l’accaduto: “Milli è attualmente di nuovo a Sydney con il suo medico Charlie,” si leggeva nell’aggiornamento. “Lunedì ha subito un intervento chirurgico e la malattia è stata rimossa. La 13 enne resta in terapia intensiva ed ha un’altra operazione lunedì. “Ti chiediamo di tenerla nei tuoi pensieri e ulteriori aggiornamenti verranno forniti quando possibile”, hano detto i familiari nel post sul blog.

Lo scorso anno la storia di milli era balzata agli onori della cronaca dopo che per lei amici, parenti, conoscenti e semplici estranei si erano mobilitati per donare oltre 170mila dollari in modo da finanziare l’operazione salvavita. Molti medici hanno rifiutato di eseguire l’operazione su Milli – a cui è stato detto che aveva solo 12 settimane di vita – poiché il tumore si trovava in una “zona di interdizione” ad alto rischio del cervello. Milli è tornata incredibilmente a scuola poche settimane dopo il suo intervento, ma le rare condizioni della ragazzina la mettono a rischio di sviluppare vari tipi di cancro, che ha colpito anche la sorella maggiore Tess, sua madre e il cugino Beau.

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,853FansLike
19,427FollowersFollow
9,782FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

Terra Santa

Monsignor Pizzaballa nominato da Papa Francesco Patriarca di Gerusalemme dei Latini

Papa Francesco ha nominato Patriarca di Gerusalemme dei Latini monsignor Pierbattista Pizzaballa O.F.M., finora Amministratore Apostolico in sede vacante della medesima circoscrizione, trasferendolo dalla...