Le parole del fotografo ferito in Siria. Gabriele: ‘Mi sento un miracolato’

Il racconto di Gabriele Micalizzi e dei suoi momenti drammatici in Siria. Ai microfoni di Radio 1 ha detto “Mi sento miracolato”.

Gabriele Micalizzi

Gabriele Micalizzi, il fotografo italiano ferito in Siria, ha brevemente raccontato attraverso un messaggio registrato e diffuso su ‘Radio anch’io‘ (Rai-Radio1) i drammatici momenti che l’hanno visto protagonista in Siria.

LEGGI ANCHE: Gabriele Micalizzi, ferito in Siria

Ora fotografo è in ospedale a Milano, dove dovrebbe essere sottoposto oggi ad un intervento.

Mi sento un miracolato

“Quindi – ha proseguito – sono stato ricoverato e mi hanno trasferito”.

I Ringraziamenti

Poi, i ringraziamenti e un pensiero alle altre vittime dell’attentato. Vorrei ringraziare, porgere le mie condoglianze alla famiglia del soldato curdo morto, ai fratelli curdi, il comandante che è stato ferito a fianco a me, spero che si riprendano presto, e ringraziarli per quello che stanno facendo là sotto, che comunque è degno di nota: stanno sacrificando le loro vite anche per noi“.

Tratto da www.unionesarda.it

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome