Home Testimonium Il Santo di oggi 24 Ottobre: San Luigi Guanella. Vita e Preghiera

Il Santo di oggi 24 Ottobre: San Luigi Guanella. Vita e Preghiera

Oggi la Chiesa ricorda San Luigi Guanella (Fondatore)

Luigi Guanella è stato un presbitero italiano, fondatore delle congregazioni cattoliche dei Servi della Carità e delle Figlie di Santa Maria della Divina Provvidenza: è stato proclamato santo da papa Benedetto XVI nel 2011.

LEGGI: Oggi la Chiesa ricorda Sant’Antonio Maria Claret (Vita e Preghiera)

La vita di Don Guanella

Nasce il 19 dicembre 1842 a Fraciscio di Campodolcino (Sondrio); era il nono dei tredici figli di Lorenzo e di Maria Bianchi. I genitori erano cristiani esemplari, dediti alla famiglia, al lavoro dei campi e alla pastorizia.

Già dall’infanzia coltivò con gioia una spiccata sensibilità per la religione e una viva attenzione ai poveri.

Dopo le scuole elementari, Luigi Guanella, usufruì di una borsa di studio per frequentare il Collegio Gallio di Como, retto dai padri Somaschi.

Nel 1862 iniziò i corsi di teologia e il 26 maggio 1866, nella Cappella dell’Episcopio, fu ordinato sacerdote dal vescovo Bernardino Frascolla, vescovo di Foggia. Nella solennità del Corpus Domini celebrò la prima Messa a Prosto in Val Chiavenna, dove rimase per un anno in qualità di vice parroco. L’anno successivo venne nominato parroco a Savogno, una piccola parrocchia aggrappata alla montagna.

A causa di difficoltà con le autorità civili, fortemente anticlericali, si recò a Torino rimanendo per tre annia condividere l’esperienza di don Giovanni Bosco.e

Il suo vescovo lo richiamò a Como e don Guanella tornò con il sogno di fondare un’istituzione che raccogliesse ragazzi bisognosi.

Aprì in Traona un collegio di tipo salesiano ma venne ostacolato e gli fu imposto di chiudere il collegio. Si mise a disposizione del vescovo con obbedienza eroica.

Mandato a Pianello Lario (lago di Como), rilevò l’Ospizio per bisognosi (orfanini, invalidi, anziani) fondato dal predecessore don Carlo Coppini, con alcune orsoline.

Guanella si pose con tutte le sue forza a coltivare quel “granello di senape”, avendo anche l’aiuto di una valida collaboratrice come suor Marcellina Bosatta.

Nel 1886 trasferì l’opera a Como in locali più ampi e adatti e la denominò “Piccola Casa della Divina Provvidenza” in omaggio al Cottolengo.

Alle suore, trasformate in congregazione, gli diede il nome di Figlie di Santa Maria della Provvidenza.

LEGGI: Amorth: come leggere i segni dei tempi? Dio NON punisce!

Don Luigi Guanella, 24 Ottobre
Don Luigi Guanella, 24 Ottobre

I Servi della Carità

Fonda poi una seconda famiglia religiosa, i Servi della Carità, il 28 marzo 1908, pronunciò i voti religiosi con i primi compagni, dedicandosi ad assistere i più bisognosi (si dedicano attualmente a tutte le opere di misericordia, particolarmente a favore dei disabili mentali, degli anziani e dei fanciulli).

Soccorrono le vittime dei terremoto di Messina (1908) e della Marsica (1915), aprono delle scuole diurne e serali e si occupano degli emigrati in America.

Nel 1913 fondò l’Arciconfraternita del Transito di San Giuseppe che oggi conta oltre 10 milioni di iscritti nel mondo.

La morte e il culto

Il 27 settembre 1915 viene colpito da una paralisi. La notizia fa accorrere al suo capezzale amici ed estimatori, da don Luigi Orione al vescovo di Como, che gli fa visita più volte, mentre lo stesso pontefice, Benedetto XV, si premura di fargli pervenire la sua benedizione.

Il 22 ottobre si decide di amministrargli il sacramento dell’unzione degli infermi: m
uore il 24 ottobre a Como.

Paolo VI lo ha proclamato beato il 25 ottobre 1964, mentre la canonizzazione è avvenuta il 23 ottobre 2011 per opera di Benedetto XVI.  

Pio XI lo definì «il Garibaldi della carità».

(Fonti vita www.fraciscio.it/famigliacristiana.it/santiebeati.it/santodelgiorno.it)

Preghiera

O Beato Luigi Guanella

che nel mondo pervaso dall’odio e dall’egoismo

hai sparso i tesori del tuo cuore,

soccorrendo i poveri e i miseri a te tanto cari,

ottienici dalla bontà del Signore

di conservare ed accrescere in noi

l’amore verso Dio e verso il prossimo. 

Impetraci in particolare la grazia…. che ora da te imploriamo

e la perseveranza finale. Amen.

Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,890FansLike
19,887FollowersFollow
9,813FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

Ogni giorno Una Lode a Maria, 28 novembre 2020. Vergine Santa, aiuta le anime del Purgatorio

Ogni giorno Una Lode a Maria, 28 novembre 2020. Vergine Santa,...

Ogni giorno Una Lode a Maria, 28 novembre 2020. Vergine Santa, aiuta le anime del Purgatorio Vigile e fedele Economo della Casa di Dio, degnissimo...