Home News Humanitas et Web Devozione alla Misericordia. La preghiera preferita di Giovanni Paolo II. Recitiamola oggi,...

Devozione alla Misericordia. La preghiera preferita di Giovanni Paolo II. Recitiamola oggi, 15 ottobre 2019

Devozione alla Misericordia. La preghiera preferita di Giovanni Paolo II. Recitiamola oggi, 15 ottobre 2019

.
misericordia.papaboys

Il 17 agosto 2002, a Cracovia, San Giovanni Paolo II affidò alla Divina Misericordia le sorti del mondo con questa bellissima preghiera

Dio, Padre misericordioso,
che hai rivelato il Tuo amore nel Figlio tuo Gesù Cristo,
e l’hai riversato su di noi nello Spirito Santo, Consolatore,
Ti affidiamo oggi i destini del mondo e di ogni uomo.


Chinati su di noi peccatori,
risana la nostra debolezza,
sconfiggi ogni male,
fa’ che tutti gli abitanti della terra
sperimentino la tua misericordia,
affinché in Te, Dio Uno e Trino,
trovino sempre la fonte della speranza.

divina-misericordia-

Eterno Padre,
per la dolorosa Passione e la Risurrezione del tuo Figlio,
abbi misericordia di noi e del mondo intero!

Amen

PUOI LEGGERE ANCHE

Alla ‘scuola di misericordia’ di Santa Faustina e Giovanni Paolo II

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,997FansLike
20,850FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

8 consigli sulla confessione offerti da san Francesco di Sales

Pentimento e confessione. Due ‘parole’ dimenticate?

Per una buona confessione il pentimento è una condizione essenziale. Esso non è nient'altro che il sincero dispiacere per esserci distrutti con il peccato...