L’amato atteso

1 - 26“Siate simili a quei servi che aspettano il loro padrone quando torna dalle nozze, in modo che, quando arriva e bussa gli aprano subito. Al suo ritorno il padrone li farà mettere a tavola e passerà a servirli”.

L’icona che la Chiesa oggi ci presenta è quanto mai suggestiva e carica di spunti. Il servo fedele è il cristiano assetato di Gesù Cristo, il quale è diventato centro e fine della sua vita. Più profondamente il servo è innamorato dell’Amato per eccellenza. Immaginiamo questa icona: un servo fedele aspetta davanti il focolare di casa che rientra lo Sposo! Chi ama aspetta! Immaginiamo l’attesa, la trepidazione e l’ansia che crescono proporzionalmente alla durata.

La cosa più bella è che il padrone stesso alla fine si trasformerà in servo: sarà grande festa! Quello che possiamo fare per Dio è sempre inferiore a quello che Lui già prepara per noi se abbiamo il coraggio della fedeltà.

Ti é piaciuto l'articolo? Scrivi un tuo commento!

Letture consigliate (clicca sulla copertina, potrai acquistare a prezzi scontati!)

100 preghiere ai santi dell'impossibile
Cento giorni con Gesu
La Croce e la pace. Meditazioni spirituali di Papa Francesco

Una proposta

Commenti

Aggiungi il tuo commento