Home News Res Publica et Societas Zingaretti obbliga gli obiettori a rilasciare i certificati per l'aborto

Zingaretti obbliga gli obiettori a rilasciare i certificati per l’aborto

«Stanno davvero obbligando i medici ad acconsentire agli aborti? È gravissimo. Nessuno sapeva nulla». A rispondere così è il consigliere regionale del Lazio Olimpia Tarzia. Secondo il sito Vita Donna il governatore laziale, Nicola Zingaretti, ha emanato un decreto in cui si obbligano i medici obiettori dei consultori familiari a rilasciare i certificati a chi vuole abortire. Il provvedimento regionale è stato adottato come se la legge 194 prevedesse l’obiezione di coscienza solo per l’atto abortivo e non, anche, per tutto ciò che lo precede. Le nuove linee guida sono state introdotte ad aprile e nessuno sapeva nulla? «Scopro tutto ora e non mi sembra vero. Evidentemente Zingaretti temeva il confronto in Consiglio e quindi ha scelto di agire direttamente, violando palesemente la legge 194: all’articolo 9 si specifica che l’obiezione di coscienza vale anche per i percorsi descritti dagli articoli 5 e 7, proprio quelli relativi alla certificazione. Non c’è possibilità di interpretare diversamente la norma». Eppure, sempre nelle linee guida regionali, si legge che per analogo motivo il personale è tenuto a prescrivere i contraccettivi, compresi quelli abortivi come la Iud o la pillola del giorno dopo. «Peccato che sia l’opposto. Infatti, per analogo motivo legato all’articolo 9 della legge 194, si prevede che il medico non sia obbligato a prescrivere abortivi». Tarzia assicura che non lascerà passare «un atto simile, siamo davanti a un’attribuzione impropria di potere che mette in conflitto la legislazione regionale e quella nazionale. Innanzitutto metterò immediatamente in allarme il consiglio regionale sollevando il caso. Spero poi nella sensibilità dell’assessore alle Politiche Sociali, Rita Visini. Contatterò tutte le associazioni di medici e farmacisti perché si appellino al Tar. Infine, siccome il decreto ormai è passato e le linee guida sono negli ospedali, solleverò la questione di fronte al Parlamento». di Benedetta Frigerio

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,012FansLike
20,894FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Parole per la Quaresima: Offline

40 PAROLE PER LA QUARESIMA. 17° giorno, Off-line (ammira la bellezza...

Affronta la Quaresima sotto la luce della fede cristiana Fai qualcosa che non inclusa uno schermo... OFF-LINE: Possiamo trascorrere ore e ore al cellulare, al tablet,...