Ritrovate alcune ossa umane in edificio della Santa Sede: indaga il Vaticano

Il caso di Emanuela Orlandi potrebbe essere ad una clamorosa svolta: alcuni resti umani sono stati ritrovati in un’area extraterritoriale vaticana, in un edificio di proprietà della Santa Sede.

Lo riferisce l’Ansa: indaga il Vaticano e la magistratura italiana, per capire se possano trattarsi di resti collegati ad Emanuela Orlandi oppure a Mirella Gregori, anch’essa scomparsa nel 1983, fa sapere l’Ansa.

IL COMUNICATO DELLA SANTA SEDE

Già in passato si sarebbero verificati episodi analoghi: al momento, stando ancora all’Ansa, si starebbero eseguendo esami concentrati in particolare sul cranio e sui denti, per capire se i resti possano essere collegati al caso di Emanuela Orlandi, scomparsa nel 1983 e sulla cui sorte si sono sovrapposte le tesi più disparate e contraddittorie tra loro. Alle indagini starebbe partecipando anche la magistratura italiana.

Emanuela-Orlandi_ieri_oggi

Le analisi cercheranno anche di capire se, in caso di resti incompatibili con il dna di Emanuela Orlandi, questi possano essere collegati a Mirella Gregori, anch’essa scomparsa nel 1983 nella Capitale ed il cui caso è stato da sempre ritenuto in qualche modo “collegato” a quello di Emanuela Orlandi.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome