Quanto dolore per niente: R.I.P. Andrea

Ennesima morte nello sport, nei motori. E’ rientrato da Mosca, Arnaldo Antonelli, il papà di Andrea.  In paese tanto dolore e l’attesa per i funerali. La salma di Andrea dovrebbe tornare dalla Russia domani o mercoledì. «Andrea sognava il salto in superbike», ha detto il padre.
«È una tragedia che colpisce tutti – ha detto il sindaco di Castiglione del Lago, Sergio Batino – perchè a perdere la vita è stato un giovane che qui in tanti conoscevano. Credo che in questo momento, più delle parole debba essere il dolore ad avere spazio». ++ Incidente gara a Mosca, morto pilota Antonelli ++

Sotto un nubifragio, il centauro 25enne ha perso il controllo della sua Kawasaki a 250 km/h ed è stato investito da un altro pilota: impatto violentissimo. Trasportato nell’ospedale del circuito, il motociclista è morto poco dopo. Gara sospesa. Lo sfogo del collega che aveva appena corso in Superbike: “Non dovevano partire”. Valentino Rossi: “Voglia di tornare a casa”. Ma pero’ corre ugualmente. Un podio veramente triste per Valentino. Ma anche per tutti noi.

E’ davvero giusto in nome dello spettacolo versare ancora sangue e dolore?

Da parte dei Papaboys una preghiera di cuore! Riposa in pace. AMEN!

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome