Pordenone, nel Presepe un Gesù Bambino nero. E’ polemica

Il Bambinello del Presepe di un asilo in provincia di Pordenone è un naufrago e questo non piace proprio a tutti.

Per questo Natala, un Paese della provincia di Pordenone, ha deciso di ricordare la tragedia di tanti naufraghi e quindi anche di tanti bambini di colore.

Il Presepe dell’asilo “Giovanni Paolo II” di Azzano Decimo, sta facendo discutere molto.

Gesù Bambino infatti non è “bianco”, ma è un bambolotto nero che raffigura il Salvatore.

LEGGI ANCHE: Il Presepe vivente missionario da non perdere, a due passi da Roma

Nell’allestimento – riporta la stampa locale – il bambolotto dalla pelle scura, avvolto in una coperta, è l’unico personaggio presente. Sotto il suo corpo ci sono il mare e un grande sole.

Un presepe che, nelle intenzioni di chi l’ha allestito, dovrebbe far riflettere sulla dolorosa esperienza che molti migranti affrontano cercando di varcare il Mar Mediterraneo.

Non tutta la politica non ha apprezzato molto questa iniziativa.

I consiglieri comunali di opposizione infatti commentano cosi:

«Solo un’amministrazione di sinistra poteva autorizzare questo presepe. Chi non apprezza e non condivide la nostra storia non costruirà mai un futuro». Solidale con i docenti, la dirigente scolastica che ha ricordato il messaggio di solidarietà umana che si intendeva diffondere, senza che vi fosse alcun altro tipo di intento.

LEGGI ANCHE: Il ‘grido’ di Papa Francesco da Greccio: ‘non venga mai meno la bella tradizione del presepe!’

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome