Papa Francesco saluta il San Lorenzo la sua squadra di calcio al termine dell’udienza

153237815-7cfc2a39-de6e-491e-9381-3849282e15caCITTA’ DEL VATICANO – Fra i partecipanti all’Udienza Generale di questo mercoledì c’era una delegazione della squadra di calcio San Lorenzo de Almagro di Buenos Aires – di cui l’Arcivescovo Bergoglio era socio n. 88235N-0 – che quest’anno ha vinto il campionato argentino che non vinceva dal 2007.

I “cuervos” (i corvi), cioè i membri e i tifosi del San Lorenzo hanno portato al Papa una replica della Coppa del Campionato Inicial e il vice-presidente del Club, Marcelo Tinelli gli ha donato una maglia della squadra per il suo 77° compleanno, che il Santo Padre Francesco ha festeggiato ieri, 17 dicembre.
Già da bambino Jorge Mario Bergoglio si recava con suo padre allo stadio San Lorenzo. Divenuto Arcivescovo di Buenos Aires andava al club per celebrare la messa e confessare i giocatori. La squadra fu fondata da un salesiano, Don Lorenzo Massa, che dopo l’ordinazione, fu destinato al difficile quartiere di Almagro. Vedendo che a molti giovani piaceva il pallone, decise di riunirli in una squadra, salvando alcuni di loro dalla delinquenza. L’appellativo “cuervos” era stato dato dagli abitanti del quartiere che esclamavano: “Ah, vengono i cuervos”, alludendo alla nera veste talare di Don Massa che era con loro durante i campionati
Oggi, all’Udienza Generale, Papa Francesco ha detto: “Saluto in modo speciale la squadra di calcio San Lorenzo, che domenica scorsa ha vinto il campionato e che ha portato qui la Coppa. Molte grazie”. (VIS)

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome