Nuovi 451 positivi in Italia, +99 deceduti e +2366 nuovi guariti.

PROTEZIONE CIVILE, I DATI di oggi
PROTEZIONE CIVILE, I DATI di oggi

Il 18 maggio è arrivato. L’Italia ha affrontato il giorno della riapertura della gran parte delle attività commerciali e produttive che erano rimaste chiuse a causa del lockdown per il coronavirus. I bar hanno riaperto al pubblico sin dal primo mattino e l’affluenza sui mezzi pubblici nelle principali città si è fatta subito sostenuta.

Purtroppo però il problema del coronavirus non è finito! Nuovi 451 positivi in Italia, +99 deceduti e +2366 nuovi guariti.

i negozi italiani provano a riaprire
i negozi italiani provano a riaprire

PUOI LEGGERE ANCHE

Si torna a Messa! Roma, al Prenestino la prima celebrazione nel campo di calcio. Riaprono ad Assisi, Basilica e tomba di San Francesco

Nei bar di tutta Italia si riscopre il piacere del caffè e si prende confidenza con le nuove norme da rispettare. In un bar torrefazione nella zona del tribunale del capoluogo lombardo, il titolare ha predisposto ingressi e uscite separati da due porte diverse, all’ingresso il gel igienizzante per le mani e ai dipendenti viene provata la febbre, come prevede l’ordinanza della Regione.
“Ci si dovrà abituare a queste nuove regole, prima o poi bisognava riaprire, non possiamo andare avanti così – spiega Daniele Sartori -. Due mesi di stop sono tanti e i dipendenti aspettano ancora la cassa integrazione.  Con il distanziamento dei tavoli abbiamo perso 12 posti dentro e 10 fuori ma andiamo avanti. L’unica cosa che chiediamo sono delle regole chiare”.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome