+++ Nuova scossa di terremoto nel Sud Italia tra Molise e Abruzzo. Sentita fino a Benevento

Aggiornamento ore 22.42 – Continua a tremare la terra in Molise: una forte scossa di terremoto di magnitudo 5.1 è stata registrata alle 20:19 e una di magnitudo 4.5 alle 22:22. L’epicentro, riferisce l’Ingv, è a Montecilfone (Campobasso). La gente si è riversata in strada. Il governatore del Molise, Donato Toma, comunica: “Lievi danni ma nessun ferito”. Il sisma è stato avvertito anche in Campania, Abruzzo, Puglia e nel sud del Lazio, fino alle porte di Roma. Lo sciame sismico ha colpito, oltre all’epicentro Montecilfone, anche altri Comuni in provincia di Campobasso. I più vicini: Guglionesi, Palata, Larino e Tavenna. Altre 7 scosse di terremoto si sono susseguite nei minuti successivi alla prima, con una magnitudo da 2.0 a 3.0.

Lievi danni alle case si sono registrati nel paese di Palata (Campobasso), dove secondo una prima ricognizione ci sono crepe nei muri e danni interni alle abitazioni. Quella di giovedì sera, di magnitudo 5.2, è la seconda scossa seria in meno di 48 ore: poco prima della mezzanotte di Ferragosto, una scossa di 4.7 era stata avvertita tra i Comuni di Palata e Montecilfone. Piccoli crolli anche ad Acquaviva Collecroce, dove un lampione della pubblica illuminazione è caduto.

LA PRIMA SCOSSA – Una scossa di terremoto è stata nettamente avvertita qualche minuto fa – erano le 20.19 – anche a Benevento e in provincia. Una decina di secondi che hanno fatto piombare nella paura tante persone, in particolare ai piani alti dei palazzi.

Terremoto di magnitudo ML 5.2 ha colpito alle 20:19 la zona di Montecilfone (Campobasso), ad una profondità di 9 km. Il terremoto, avvertito anche in Campania e nel sud del Lazio fino alle porte di Roma, è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma.

+++ Una nuova scossa di terremoto dopo quella dell’altra dell’altra sera in Molise. Anche in questo caso l’epicentro del sisma è in Molise e la scossa è stata avvertita distintamente anche Napoli, in gran parte della Campania e del Centro-Sud.

La scossa secondo i primi rilievi sarebbe superiore come magnitudo 5.2. Ci sono alcune persone che per lo spavento sono scese per strada. Vi terremo informati con un aggiornamento a breve

La precedente scossa del 14 agosto – La scossa di terremoto del 14 agosto sera ha avuto magnitudo 4.6 e epicentro a Montecilfone. Oltre che nel Molise, la scossa è stata avvertita anche in altre regioni confinanti del Sud-Italia, sia sul versante Adriatico che in Campania, ma fortunatamente non ha provocato danni a cose o persone.

È ancora vivo il ricordo del tragico terremoto del 2002 che fece crollare una scuola a San Giuliano di Puglia: morirono 27 bambini e una maestra. Alla prima forte scossa di terremoto, ne è subito dopo seguita da un’altra, avvertita anche altre regioni centro-meridionali.

Servizio in aggiornamento

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome