Lunedì 20 luglio – È tempo di stare insieme

Lunedì 20 luglio - È tempo di stare insiemeIn quel tempo, alcuni scribi e farisei interrogarono Gesù: «Maestro, vorremmo che tu ci facessi vedere un segno». Ed egli rispose: «Una generazione perversa e adultera pretende un segno! Ma nessun segno le sarà dato, se non il segno di Giona profeta. Come infatti Giona rimase tre giorni e tre notti nel ventre del pesce, così il Figlio dell’uomo resterà tre giorni e tre notti nel cuore della terra. Quelli di Nìnive si alzeranno a giudicare questa generazione e la condanneranno, perché essi si convertirono alla predicazione di Giona. Ecco, ora qui c’è più di Giona! La regina del sud si leverà a giudicare questa generazione e la condannerà, perché essa venne dall’estremità della terra per ascoltare la sapienza di Salomone; ecco, ora qui c’è più di Salomone!». Matteo 12,38-42

C’è chi ha parlato di te.
C’è chi ha profetato di te.
C’è chi ha lasciato segni di te.
Ora ci sei tu, in persona.
Non è tempo di segni.
È tempo di te.
Non è tempo di vedere. 
È tempo di stare insieme.
Non è tempo di prove.
È tempo di fede e di amore.
Una sola domanda è quella giusta. Dove sei?
E poi andare da te.
E poi rimanere con te.

Sei più grande di Giona.
Ma anche tu nella terra come Lui.
Sei più sapiente di Salomone.
Ma anche tu, re come lui.
I segni li abbiamo avuti.
Ora c’è la presenza.
Ci sei tu.
Credere è fidarsi.
Amare è fidarsi.
Se no è un inferno.
E l’inferno è la condanna più terribile perché non ci sei tu.

Di Don Mauro Leonardi

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome