Home Testimonium Il Santo di oggi 21 Ottobre: Santa Laura di Santa Caterina da...

Il Santo di oggi 21 Ottobre: Santa Laura di Santa Caterina da Siena. Vita e Preghiera

Oggi ricordiamo Santa Laura di Santa Caterina da Siena

Santa Laura di Santa Caterina da Siena, al secolo Laura Montoya y Upeguí chiamata anche Maria Laura di Gesù, è stata una religiosa e fondatrice colombiana della congregazione delle Suore Missionarie di Maria Immacolata e di Santa Caterina da Siena.

LEGGI ANCHE: Oggi la Chiesa ricorda il grande Pino Puglisi (Vita e Preghiera)

La vita

Laura nasce il 26 maggio 1874 a Jericó, un piccolo paese colombiano, da Juan de la Cruz Montoya e Dolores Upegui. La sua era una famiglia profondamente cristiana e di modeste condizioni.

Fu battezzata di tutta fretta a seguito del rifiuto della madre di vederla prima del battesimo; il nome venne scelto dal suo parroco che, ignaro della volontà dei genitori, la chiamò Maria Laura di Gesù.

Ben presto la piccola venne privata dell’affetto paterno: il padre fu assassinato, nella cruenta guerra fratricida per difendere la religione e la patria, quando lei aveva due anni.

La madre educò Laura secondo i principi cristiani, incoraggiando la figlia a pregare per l’assassino del padre; ciò nonostante, ella avvertì presto una forte carenza di affetto all’interno della famiglia; i nonni che avevano accolto lei, la madre e le sorelle nella loro casa lo avevano fatto più per pietà che per amore.

Laura frequentò le scuole elementari ad Aná e ad Amalfi, dove sua madre esercitava la professione di maestra; successivamente si stabilì a Medellín e, all’età di sedici anni, entrò nel collegio Normale de Institutoras della città. Per mantenersi agli studi si occupava dei malati del vicino manicomio.

Nonostante la situazione ostile, riuscì a superare gli esami d’ammissione e grazie alla sua caparbietà e ai sussidi statali allo studio, ottenne il diploma di maestra.

Durante gli anni di studio avvertì l’attrazione per la vita consacrata, in particolare per il carmelo, chiamata che si fece più forte quando Laura venne a conoscenza della situazione di miseria in cui vivevano gli indigeni colombiani, che diventarono la sua missione di vita.

Fondazione dell’Ordine

Pensare agli indios e decidere di fare qualcosa per la loro promozione umana e per la loro evangelizzazione è per lei un tutt’uno, ma non trova neppure una congregazione che voglia farsene carico.

Soltanto un vescovo “sposa” la sua idea e dal niente nascono le “missionarie catechiste degli indios” che nel 1914 lasciano Medellín e raggiungono nella giungla gli indios catios.

Insieme a Laura partono in quella prima spedizione la sua mamma, ormai settantenne, e alcune amiche, che abbinano all’eroismo un pizzico di follia e che dal nome della loro fondatrice, verranno poi conosciute come “Laurite”.

Due anni più tardi l’arcivescovo Crespo Rivera eresse la comunità nella Congregazione delle Missionarie di Maria Immacolata e santa Caterina da Siena, oggi sono presenti in vari Paesi con la loro vocazione di apostolato missionario e di catechesi.

«Avevo bisogno di donne intrepide, valorose, infiammate nell’amore di Dio, che potessero assimilare la loro vita a quella dei poveri abitanti della selva, per condurli verso Dio»

Madre Laura di Santa Caterina da Siena (questo il suo nome da religiosa), dopo aver rivoluzionato il concetto di missione con nuovi mezzi pedagogici e nuovi metodi di evangelizzazione, trascorre i suoi ultimi nove anni sulla sedia a rotelle, sempre missionaria con il cuore e, comunque, anima della sua congregazione.

Santa Laura di Santa Caterina da Siena, 21 Ottobre
Santa Laura di Santa Caterina da Siena, 21 Ottobre (Fonte www.vanguardia.com)

La morte e il culto

Morì il 21 ottobre 1949, quando le sue suore erano ormai quasi 500 e le novizie un centinaio, a servizio di 22 popoli indigeni. Negli anni questi numeri sono più che raddoppiati e la loro presenza è segnalata in 19 stati.

Il processo di beatificazione è stato aperto il 4 luglio 1963, nella cappella della Curia Arcivescovile di Medellín e si è concluso a Roma il 25 aprile 2004, nella Sala Clementina, con la proclamazione a beata da parte di papa Giovanni Paolo II.

Con il riconoscimento di un secondo miracolo da parte di papa Benedetto XVI il 14 giugno 2012, si è aperta la via alla canonizzazione, avvenuta il 12 maggio del 2013: Laura è divenuta così la prima santa della Colombia.

La memoria liturgica è stata fissata il 21 ottobre. (Fonte it.cathopedia.org)

Preghiera

Dio misericordioso

che prodigasti il tuo amore e i tuoi doni

a Santa Laura Montoya

rendendola discepola fedele del tuo Figlio

e missionaria dei poveri,

concedi a noi, per sua intercessione,

mossi dalla forza del tuo Spirito,

annunciando il Vangelo,

di raggiungere il dono della pace

e, per tua volontà,

di trovare aiuto

alle nostre necessità. Amen. 

Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,821FansLike
19,887FollowersFollow
9,806FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

Coroncina alla Divina Misericordia (Piccola Matita del Cuore - Youtube)

Coroncina della Misericordia di oggi, 25 novembre 2020: recitiamola insieme. LIVE...

Ore 15.00 è l'ora della Misericordia: 25 Novembre 2020 Scopri le parole dal Diario di Santa Faustina e recita la Coroncina alla Misericordia... LEGGI: Sta per...