Il Santo di oggi 20 Ottobre 2019 San Cornelio (il centurione)

Oggi 20 Ottobre 2019 la Chiesa ricorda la figura di San Cornelio (il centurione)

San Cornelio

Cornelio era un centurione romano, secondo gli Atti degli Apostoli, primo fra i pagani a convertirsi al cristianesimo. La sua storia è raccontata negli Atti degli Apostoli al capitolo 10.

La vita

San Cornelio il centurione (I secolo; † …) è un personaggio del Nuovo Testamento, centurione, molto pio e generoso, primo romano a convertirsi al cristianesimo (At 10,1-11,18). Al momento della sua conversione abitava a Cesarea di Palestina, sede del governatore romano e apparteneva alla coorte detta «Italica».

È tra i primi non ebrei a ricevere lo Spirito Santo e ad essere battezzato, come ricordato negli Atti degli Apostoli. Di lui è detto che era della corte italica, per sottolineare così la sua origine estranea al giudaismo, ma anche che era un timorato di Dio. Secondo le Scritture, gli fu inviato dal Signore un angelo che lo invitò a mandare a chiamare Simon Pietro. Questi, a sua volta avvertito della necessità di accogliere nella nuova fede tutti gli uomini indistintamente, anche se non osservanti della Legge di Mosè, rispose all’appello dell’ufficiale romano e, da lui richiestone, evangelizzò Cornelio e i suoi.

Questi ricevettero allora lo Spirito Santo che si effuse su di loro nelle sue forme carismatiche più evidenti: “parlavano lingue e glorificavano Dio“. Pietro ordinò in quel momento che tutti i presenti fossero battezzati.

L’evento ebbe un’importanza fondamentale nella storia della Chiesa, che iniziava così ad aprirsi agli incirconcisi come ai circoncisi, liberandosi dell’antico formalismo, e avrebbe pesato nelle decisioni in seguito prese nel concilio di Gerusalemme.

Poche sono le notizie sulla sua vita. Secondo alcune agiografie sarebbe diventato vescovo a Skepsi in Misia, dove subì anche la prigionia sotto Demetrio prefetto della città. Demetrio che in seguito si convertì grazie ai miracoli compiuti da Cornelio. In questa città sarebbe morto e la sua casa, tramutata in chiesa, venne visitata dalla matrona romana santa Paola, alla fine del IV secolo, nel suo pellegrinaggio in Terra Santa, descritto da san Girolamo.

San Cornelio

Forse martire?

Alcune tradizioni, in particolare quelle della Chiesa greca, lo vogliono martire. Lo festeggiano insieme con i santi martiri Demetrio, la moglie Evanzia e il figlio Demetriano, convertiti da Cornelio; la Chiesa Latina lo ricordava da solo il 12 febbraio.

Martirologi occidentali, invece, lo qualificavano come vescovo di Cesarea di Palestina, ma il silenzio di autorevoli storici ecclesiastici dell’antichità, come Eusebio di Cesarea e Origene, molto legati alla città palestinese, non depongono a favore di questa ipotesi.

L’attuale Martyrologium Romanum ha spostato la data della sua commemorazione al 20 ottobre.

LEGGI: Oggi la Chiesa ricorda una santa di carità e amore. Ecco chi era

Fonte it.cathopedia.org

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome