Pubblicità
HomeTestimoniumIl Santo di oggi 15 Aprile: San Damiano de Veuster, il prete...

Il Santo di oggi 15 Aprile: San Damiano de Veuster, il prete medico morto di lebbra (PREGHIERA)

La Chiesa ricorda la figura di San Damiano de Veuster

San Damiano de Veuster è stato un presbitero e missionario belga, appartenente alla Congregazione dei Sacri Cuori, conosciuto anche come Padre Damien.

La vita

Nasce a Tremelo , in Belgio, il 3 gennaio 1840. Era figlio di una famiglia contadina e numerosa. Penultimo degli otto figli, era destinato ad aiutare il padre, ma a 19 anni, seguendo le orme di uno dei suoi fratelli, entrò nel noviziato della Congregazione dei Sacri Cuori a Lovanio (30 km da Bruxelles) assumendo il nome di Damiano (lui si chiamava Giuseppe).

Dopo gli studi teologici e filosofici a Parigi, emise i voti perpetui il 7 ottobre 1860; suo fratello non poté realizzare il desiderio di viaggiare attivamente come missionario all’estero e Damiano fece suo il sogno del fratello.

In missione non ancora sacerdote

Destinazione della missione: le Isole Sandwich, così chiamate dal loro scopritore James Cook nel 1778 in onore di Lord Sandwich, capo della Marina inglese. Sono un arcipelago indipendente sotto una monarchia locale, e più tardi si chiameranno Isole Hawaii. Damiano le raggiunge dopo 138 giorni di navigazione, da Brema a Honolulu. Completa gli studi, diventa sacerdote nel 1864 e lavora nell’isola principale, Hawaii. Istruisce la gente nella fede e insegna ad allevare montoni e maiali, come pure a coltivare la terra. Il divario culturale crea ostacoli duri, la solitudine a volte gli pare insopportabile.

Ma è solo un primo collaudo. Nel 1873 il suo vescovo cerca preti volontari per l’isola lazzaretto di Molokai, dove il governo confina tutti i malati di lebbra, togliendoli alle famiglie: si offrono in quattro, per turni di 34 settimane, e tra loro c’è padre Damiano, che va per primo a Molokai e vi resterà per sempre (tranne un breve soggiorno a Honolulu). Ci deve restare, perché il governo teme il contagio e gli proibisce di lasciare l’isola con i suoi 780.800 malati ad alta mortalità: 183 decessi nei primi otto mesi.

Ma “tanti ne seppelliamo, altrettanti ne manda il governo“. Ora fuma la pipa per difesa contro l’insopportabile odore di carne in disfacimento, che a volte lo fa svenire in chiesa. A Molokai è prete, medico e padre: cura le anime, lava le piaghe, distribuisce medicine, stimola il senso di dignità dei malati, che si organizzano, lavorano la terra, creano orfanotrofi: opera loro, orgoglio loro.

San Damiano de Veuster
San Damiano de Veuster

Nel 1885, ecco la scoperta: anche lui è stato contagiato dalla lebbra. Ed è solo, aspettando a lungo un altro prete per confessarsi, fino all’arrivo del padre belga Conrardy, pochi mesi prima della morte. Sopporta incomprensioni, ma è capace di dire:Sono tranquillo e rassegnato, e anche più felice in questo mio mondo“. Fino all’ultimo aiuta gli studi sulla lebbra, sperimentando su di sé nuovi farmaci.

La morte e il culto

Muore il 15 Aprile 1889, aveva 49 anni. Mille malati di lebbra lo seppelliscono ai piedi di un albero. Nel 1936 il suo corpo verrà riportato in Belgio, a Lovanio.

Giovanni Paolo II lo ha beatificato a Bruxelles nel 1995, continuando l’iter iniziato da Paolo VI nel 1967 su richiesta di 33 mila lebbrosi e concluso da Benedetto XVI che lo ha canonizzato in Piazza San Pietro l’11 ottobre 2009.

LEGGI ANCHE: I 7 benefici per chi è un ‘vero’ devoto a San Giuseppe: ‘Tante grazie e la buona morte’…

Curiosità

Cavaliere dell’Ordine di Kalākaua: Re Kalākaua delle Hawaii insignì padre Damiano del grado di Commendatore dell’Ordine reale di Kalākaua I e, quando la principessa Liliʻuokalani visitò la colonia per consegnargli le insegne dell’onorificenza, rimase profondamente turbata nel vedere lo stato in cui vivevano i lebbrosi, tanto che non riuscì a completare il discorso ufficiale. Fu proprio la principessa a far conoscere al mondo i meriti del religioso: la sua fama si diffuse in Europa e negli Stati Uniti ed anche i protestanti americani e la Chiesa d’Inghilterra elargirono grandi somme di denaro per il missionario.

Gandhi scrisse: “La politica e il mondo giornalistico possono vantare eroi, ma pochi possono essere paragonati a Padre Damiano di Molokai. Vale la pena dare un’occhiata alle fonti di tale eroismo”.

Il 1 dicembre 2005, Padre Damiano è stato scelto in un sondaggio condotto dalla radio-televisione pubblica fiamminga VRT e dal quotidiano De Standaard come il più grande belga di tutti i tempi. (Fonte santiebeati.it – Autore: Domenico Agasso)

Preghiera a San Damiano de Veuster

O Signore, Tu hai infiammato il cuore del tuo servo, il Santo Damiano di Molokai, con un ardente amore per i sacri Cuori di Gesù e di Maria; lo hai riempito di zelo per l’Adorazione Eucaristica, e per il servizio ai lebbrosi di Molokai: ha donato tutto sé stesso a loro, ultimi fra gli ultimi, morendo lui stesso lebbroso tra i lebbrosi.

Come Lui, insegnaci a vivere generosamente, a servirti con amore fedele, a donarci senza riserve, a lavorare senza stancarci, annunciando il Tuo amore a tutti gli uomini senza pretendere nulla in cambio. Facci il dono di saper contemplare, vivere e annunciare, le meraviglie della tua infinita misericordia.

San Damiano, il tuo amore ha guarito tanti lebbrosi: prega e intercedi per noi perché siamo liberati dalla lebbra del peccato che distrugge la nostra anima; rendici capaci di accogliere il perdono di Dio che ci fa uomini nuovi, capaci come te di amare e di servire.

San Damiano de Veuster, prega per noi!

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,060FansLike
20,918FollowersFollow
9,978FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Devoti a Padre Pio da Pietrelcina

Padre Pio diceva: ‘Gesù e Maria, confido in Voi!’ Supplica per...

Un nuovo giorno in compagnia del caro Padre Pio Padre Pio diceva: "Gesù, tu vieni sempre in me. Con quale cibo ti devo alimentare?" Le frasi...