Home Testimonium Il Santo di oggi 11 Novembre: San Giovanni l'Elemosiniere. Vita e Miracoli

Il Santo di oggi 11 Novembre: San Giovanni l’Elemosiniere. Vita e Miracoli

Oggi la Chiesa ricorda San Giovanni l’Elemosiniere

La Chiesa ricorda la figura di San Giovanni l’Elemosiniere: vescovo patriarca di Alessandria d’Egitto. È patrono delle città di Casarano e di Morciano di Leuca e dei Cavalieri Ospitalieri.

LEGGI: Suor Luigina è stata guarita a Lourdes: ecco il suo miracolo

La vita

San Giovanni Elemosiniere nasce, intorno al 556, nell’isola di Cipro, precisamente nella città di Amatonte, dove il padre Epifanio è il governatore. Sin dall’infanzia si manifestano nel piccolo Giovanni i segni della santità e della pratiche di carità verso i poveri e i diseredati.

I suoi genitori, lo avviano agli studi e ben presto anche al matrimonio, anche se lui non è pienamente d’accordo. Dal matrimonio nascono due figli che, però, prematuramente muoiono insieme alla moglie. Libero da ogni legame terreno, Giovanni si dedica a Dio e ai poveri che egli è solito chiamare “i miei padroni e signori”.

Patriarca di Alessandria d’Egitto

La santità della sua vita si diffonde in tutto l’Oriente e alla morte del Patriarca di Alessandria d’Egitto, Giovanni, per acclamazione del popolo, sale sulla cattedra vescovile.

Trasforma la città in un centro di studi e di virtù cristiane, istituisce ospedali e case di riposo. Ogni giorno distribuisce l’elemosina a circa 7.000 poveri e da qui l’appellativo di “Elemosiniere”.

Muore intorno al 617, ultrasessantenne.

La fama della sua santità si diffonde ben presto in tutto il mondo orientale e ben presto arriva anche in Europa, grazie all’espansione militare ed economica di Venezia, che dal 1500 ospita il venerato corpo nella chiesa di San Giovanni Battista in Bragora.

San Giovanni l'Elemosiniere: vita e miracoli
San Giovanni l’Elemosiniere: vita e miracoli

Il culto

In Italia, il culto di San Giovanni Elemosiniere è concentrato esclusivamente nelle comunità di Casarano e Morciano di Leuca, nel Salento, e Venezia. Nei primi due centri, il Santo è invocato come patrono principale mentre nella città lagunare, dove riposa il corpo, sorge una chiesa in suo onore. Il culto nel Salento è iniziato probabilmente dal X secolo, quando alcuni monaci basiliani vi portarono delle sue icone per metterle in salvo dall’iconoclastia bizantina.

La devozione più importante è, sicuramente, quella presente nella città di Casarano, sviluppatasi intorno all’anno 1000 grazie all’opera dei monaci basiliani, rifugiatisi nel Salento per sfuggire alle persecuzioni iconoclaste. Enorme è stato nel corso dei secoli il culto dei Casaranesi nei confronti del loro Patrono.

A lui si additano numerosi miracoli, quello della lacrimazione nel 1715, il prodigioso spegnimento di un disastroso incendio, l’allontanamento di un turbine, questi ultimi avvenuti tra il 1730 e 1750, e il più famoso avvenuto il 31 maggio 1842, quando la città fu risparmiata da incessanti piogge.

Nella Chiesa Madre della città, intitolata all’Annunciazione di Maria (ma in alcuni documenti anche a San Giovanni) sono conservati due spettacolari dipinti della vita del Santo, ubicati nel coro, dietro il presbiterio.

La statua in legno veneziano, probabilmente del 1600, fa bella mostra di sé in una nicchia posta in “cornu epistolae” dell’altare del Santo, sublime e prezioso esempio del barocco leccese. 

Nella chiesa sono accuratamente conservate, inoltre, alcune reliquie come l’intero dito pollice della mano destra, un dente e un pezzo di costola, il fazzoletto impregnato di sudore e la tonacella appartenuta al Santo che la utilizzava durante le funzioni liturgiche.

(Fonte www.santiebeati.it – Gruppo “Amici di San Giovanni Elemosiniere” – Casarano)

Redazione Papaboys

 

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,848FansLike
19,887FollowersFollow
9,811FollowersFollow
2,330SubscribersSubscribe

News recenti

Santa Messa dal Santuario di San Michele

Segui in diretta Tv la Santa Messa di oggi, 27 Novembre...

Santa Messa del 27 Novembre 2020 - Live dalle ore 11.00 In diretta dal Santuario di San Michele Arcangelo segui la Santa Messa Oggi vogliamo condividere...