Home Testimonium Il Santo del giorno 4 Agosto 2020 San Giovanni Maria Vianney, patrono...

Il Santo del giorno 4 Agosto 2020 San Giovanni Maria Vianney, patrono di tutti i sacerdoti

Oggi, 4 Agosto, la Chiesa ricorda San Giovanni Maria Vianney

San Giovanni Maria Vianney è stato un presbitero francese, reso famoso col titolo di Curato d’Ars per la sua intensa attività di parroco in questo piccolo villaggio dell’Ain. Dichiarato patrono dei parroci è stato nche ricordato con uno speciale anno sacerdotale, per il centocinquantenario della sua morte, nel 2009 da papa Benedetto XVI

LEGGI ANCHE: Preghiera per invocare il Santo Curato d’Ars

La vita

San Giovanni Maria Vianney in francese Jean Marie, nasce l’8 Maggio 1786 a Dardilly, vicino a Lione, in una famiglia di agricoltori.

Ebbe un’infanzia segnata dal fervore e dall’amore dei suoi genitori ma ben presto la Rivoluzione francese (c’era una forte persecuzione alla Chiesa) influenzerà la sua fanciullezza e adolescenza: dovrà farà la prima confessione ai piedi del grande orologio nella sala comune della sua casa natale e non nella chiesa del villaggio, e ad impartire l’assoluzione sarà un prete «clandestino».

Due anni più tardi arriverà il momento della prima comunione, questa volta in un granaio, durante una Messa clandestina, celebrata da un prete «refrattario» (che non aveva giurato fedeltà alla Rivoluzione).

A 17 anni Giovanni-Maria decide di rispondere alla chiamata di Dio: «Vorrei guadagnare delle anime al Buon Dio», confiderà alla madre, Maria Béluze. Ma per due anni suo padre si oppone a questo progetto: c’è bisogno di braccia per mandare avanti il lavoro dei campi.

Ma a 20 anni Giovanni-Maria comincia a prepararsi al sacerdozio, presso il parroco di Écully. le difficoltà che incontra contribuiscono a farlo crescere: passa dallo scoraggiamento alla speranza, si reca in pellegrinaggio a la Louvesc, sulla tomba di san Francesco Régis.

È anche obbligato a disertare quando gli giunge la chiamata alle armi, per combattere nella guerra di Spagna. E tuttavia, il sacerdote che lo seguiva, non mancava costantemente di sostenerlo in tutti quegli anni di prove.

Viene ordinato prete nel 1815 e viene inviato come vicario ad Écully.

Mandato ad Ars

Nel 1818 viene mandato  come parroco ad Ars. Qui risveglia la fede dei parrocchiani con la sua predicazione, ma soprattutto attraverso la preghiera e il suo stile di vita.

Si sente povero di fronte alla missione da compiere, ma si lascia afferrare dalla misericordia di Dio. Restaura ed abbellisce la chiesa, fonda un orfanotrofio (“La Provvidenza”) e si prende cura dei più poveri.

Molto presto la sua fama di confessore attira da lui numerosi pellegrini che cercano il perdono di Dio e la pace del cuore.

Assalito da molte prove e combattimenti spirituali, conserva il suo cuore ben radicato nell’amore di Dio e dei fratelli. La sua unica preoccupazione è la salvezza delle anime.

Le sue lezioni di catechismo e le sue omelie parlano soprattutto della bontà e della misericordia di Dio. Si dedicò anche alla diffusione del culto di Santa Filomena da Roma.

Sacerdote che si consuma d’amore davanti al Santissimo Sacramento, si dona interamente a Dio, ai suoi parrocchiani e ai pellegrini.

Muore in odore di santità il 4 agosto 1859, dopo essersi votato fino in fondo all’Amore. La sua povertà era sincera e reale. Sapeva che un giorno sarebbe morto come “prigioniero del confessionale”. Quando ancora era in vita, molte persone già si recavano in pellegrinaggio da lui.

San Giovanni Maria Vianney, 4 Agosto
San Giovanni Maria Vianney, 4 Agosto

Curiosità

Per tre volte aveva tentato di fuggire dalla sua parrocchia, ritenendosi indegno della missione di parroco e pensando di essere più un impedimento alla Bontà di Dio che uno strumento del suo Amore. L’ultima volta fu meno di sei anni prima della morte. Fu ripreso nel mezzo della notte dai suoi parrocchiani che avevano fatto suonare le campane a martello. Ritornò allora alla sua chiesa e riprese a confessare, fin dall’una del mattino. Dirà il giorno dopo: sono stato un bambino”.

Alle sue esequie c’erano più di mille persone e tra esse il vescovo e tutti i preti della diocesi, venuti ad onorare colui che consideravano già il loro modello.

Il culto

Viene beatificato l’8 Gennaio 1905 e nello stesso anno viene dichiarato “patrono dei preti francesi”.

Viene canonizzato il 31 Maggio 1925 da Pio XI (lo stesso anno di Santa Teresina del Bambino Gesù), nel 1929 sarà proclamato “patrono di tutti i parroci del mondo”. Il papa Giovanni Paolo II è venuto ad Ars nel 1986.

Oggi Ars accoglie ogni anno 450.000 pellegrini e il Santuario dedicato al santo propone diverse attività.

Nel 1986 è stato aperto un seminario, che forma i futuri preti alla scuola di Giovanni-Maria Vianney. Fonte arsnet.org

Redazione Papaboys

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità

I nostri social

9,904FansLike
19,012FollowersFollow
9,770FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

News recenti

La rubrica dedicata a Giovanni Paolo, 23 Settembre 2020

Giovanni Paolo II: il papa Santo. Chiedigli una grazia oggi, 23...

Pensieri e preghiera a Karol Wojtyla da vivere oggi La rubrica dedicata a Giovanni Paolo II - Mercoledì, 23 Settembre 2020 Le frasi da leggere oggi: “Ha...