Dramma Leicester, precipita l’elicottero del proprietario a pochi metri dallo stadio!

Dramma in casa Leicester. Un elicottero di proprietà del patron del club inglese, il 60enne thailandese Vichai Srivaddhanaprabha, è precipitato mentre era in fase di decollo vicino allo stadio delle Foxes, il King Power Stadium, dopo il match di Premier League contro il West Ham.

Dramma Leicester elicottero

Secondo alcuni testimoni, il velivolo è caduto nel parcheggio dell’impianto, dopo aver manifestato evidenti segni di avaria, e ha preso fuoco.

Al momento non si sa con precisione chi fosse a bordo e se vi siano sopravvissuti.

Dramma Leicester elicottero

Subito dopo la partita contro il West Ham, l’aereo di proprietà di Vichai Srivaddhanaprabha, patron del Leicester, si è schiantato nel parcheggio del King Power Stadium. Non è chiaro al momento quante persone fossero a bordo

L’aereo di proprietà del presidente del Leicester è precipitato all’esterno del King Power Stadium, nel parcheggio interno all’impianto del club subito dopo la partita contro il West Ham. Al momento non si sa ancora chi e quante persone fossero presenti a bordo o nello stesso parcheggio. La polizia di Leicester ha rilasciato un comunicato in cui dichiara: “Ci stiamo occupando dell’incidente nelle vicinanze del King Power Stadium. I soccorsi sono coscienti del fatto e stanno lavorando”. In pochi minuti sono arrivati sul posto forze dell’ordine e vigili del fuoco. L’area intorno allo stadio è stata chiusa. La East Midlands Ambulance Service Nhs Trust sul posto ha twittato: “Siamo anche noi in attesa, e aggiorneremo le notizie non appena possibile”. Il giornalista di Sky Sports News ha spiegato: “Alle 8:30 di questa sera dei testimoni oculari mi hanno detto di aver visto l’elicottero dei proprietari del Leicester prendere il volo dal terreno di gioco all’interno del King Power Stadium – come accade nel corso di ogni partita in casa – e dopo pochi secondi il mezzo è sembrato perdere il controllo e si è schiantato nel parcheggio del King Power Stadium, poche centinaia di metri più lontano dal campo”.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome