Home News Res Publica et Societas Coronavirus. Alfonso, infermiere in pensione, era tornato a lavoro per la pandemia...

Coronavirus. Alfonso, infermiere in pensione, era tornato a lavoro per la pandemia ma il virus l’ha ucciso

L’Italia piange Alfonso Durante: infermiere in pensione morto per il Covid

(Fonte tgcom24.mediaset.it) Addio ad Alfonso Durante, 75 anni, morto all’ospedale Cotugno di Napoli dopo aver contratto il Coronavirus. Viene considerato un vero eroe della pandemia visto che l’uomo era in pensione ed aveva deciso di tornare in servizio come volontario per aiutare i suoi ex colleghi.

Su i social si legge: “Il vero EROE di questa pandemia con la sua missione portata al termine fino al suo ultimo respiro“.

L’annuncio arriva sulla pagina Facebook di “Nessuno tocchi Ippocrate”, l’associazione che raggruppa diversi sanitari campani che raccontano spesso le situazioni critiche in cui si svolge il loro lavoro. Questa volta però raccontano la storia di un loro collega, Alfonso Durante, che ha scelto di rientrare al lavoro per aiutare gli ex colleghi delle ambulanze durante questa infinita pandemia.

L'Italia piange Alfonso Durante
L’Italia piange Alfonso Durante

“Infermiere di 75 anni in pensione che poco tempo fa ha deciso di rientrare in servizio al 118 della Misericordia di Grumo Nevano per senso del dovere, si contagia e viene portato al Cotugno, in poco tempo passa in terapia intensiva e viene intubato – si legge su Facebook -. Oggi la notizia che scuote tutto il 118, Alfonso non c’è più! Il covid lo ha portato via. Si stava godendo la pensione, ma l’urlo delle persone in difficoltà durante la pandemia l’ha spinto ad indossare nuovamente la divisa dell’emergenza, questa scelta l’ha pagata cara! Il nostro messaggio di cordoglio alla sua famiglia! Il nostro appello è differente: “Sei un medico o un infermiere in pensione? Sei un soggetto a rischio…..resta a casa! Lavoriamo noi giovani per te!”, conclude provocatoriamente l’associazione ricalcando il messaggio che negli ultimi giorni è stato diffuso sulle reti tv nazionali che invitavano, appunto, sanitari in pensione a ritornare al “fronte”.

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,048FansLike
20,431FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Crisi di governo: ecco cosa accadrà oggi

Conte resiste anche al Senato: 156 sì e 140 no, sono...

Dopo aver ottenuto ieri il disco verde alla Camera con con 321 sì, il Presidente del Consiglio incassa la fiducia anche al Senato con...