Asti, domenica 23 marzo il Cortile dei dubbiosi riflette sulla speranza

cortilePIEMONTE – ASTI – Un confronto aperto tra la diocesi e la città, un dialogo tra credenti e non credenti, religiosi e laici, adulti e giovani, una riflessione che nel 2013 ha riguardato la fede e in questo 2014 s’incentra invece sul tema della speranza. È il “Cortile dei dubbiosi” proposto dall’équipe del Progetto culturale della diocesi di Asti, che prevede due incontri, domenica 23 e domenica 30 marzo, alla Biblioteca civica (corso Alfieri 365, ore 17). Spiega Michelino Musso, referente diocesano del Progetto culturale: “Le parole del Papa ‘Non facciamoci rubare la speranza’, scritte nell’enciclica Lumen fidei e ripetute alla Giornata mondiale della gioventù di Rio, hanno ispirato la lettera pastorale del nostro vescovo Francesco Ravinale e sono una preziosa indicazione per riflettere sul futuro, coinvolgendo in questo percorso sensibilità tra loro complementari”. Nel primo appuntamento gli allievi dell’ultimo anno del liceo classico “Vittorio Alfieri” si confronteranno con Duccio Demetrio, docente di Filosofia dell’educazione all’Università di Milano Bicocca. Il secondo incontro raccoglierà invece riflessioni e testimonianze su come la speranza possa rendere credibile il domani in una tavola rotonda alla quale parteciperanno Maurizio Pallante (fondatore Movimento per la decrescita felice), Daniela Grassi (responsabile sviluppo associativo Acli di Asti), Marco Morra (coordinatore associazione Innuva), e Nuccia Scoglia (direttrice coro liceo Alfieri).

Fonte: Agensir

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome