Vita di clausura rappresentata a teatro a Firenze

1318237397_lairg030253720111009TOSCANA – FIRENZE – Sabato 8 e domenica 9 febbraio, presso il  Teatro Le Laudi di Firenze, si terrà la prima nazionale de “Il silenzio: parole, emozioni e pensieri di donne che hanno scelto la clausura”, a cura della compagnia Teatro della Fede. L’opera, già rappresentata nelle carceri di Venezia e Taranto, si presenta come l’adattamento del libro-indagine “Silenzio Amico” sui monasteri di clausura femminili di Giampiero Beltotto e ha come regista Alfredo Traversa.
Il silenzio, si legge nella nota di presentazione, “rappresenta il contrasto, solo apparente, tra il fuori e il dentro, tra vita pubblica e vita in clausura”. Nel libro, Beltotto racconta anche l’esperienza nel monastero benedettino di Valsarena, in provincia di Pisa, dove ha incontrato le monache: “Non ho incontrato donne sepolte vive o fuori dal mondo – spiega Beltotto -, ma un’esperienza consapevole sia dal punto di vista ecclesiale che da quello culturale, un gruppo di donne che, in nome e in forza di una fede incarnata nel tempo, autogestiscono materialmente e spiritualmente la propria esistenza”.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome