HomeNewsHumanitas et WebVenerdì 22 maggio - Attaccata alla tua vita

Venerdì 22 maggio – Attaccata alla tua vita

Venerdì 22 maggio - Attaccata alla tua vitaIn quel tempo, quando si fu manifestato ai discepoli ed essi ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone di Giovanni, mi vuoi bene tu più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo: «Simone di Giovanni, mi vuoi bene?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci le mie pecorelle». Gli disse per la terza volta: «Simone di Giovanni, mi vuoi bene?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli dicesse: Mi vuoi bene?, e gli disse: «Signore, tu sai tutto; tu sai che ti voglio bene». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecorelle. In verità, in verità ti dico: quando eri più giovane ti cingevi la veste da solo, e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti cingerà la veste e ti porterà dove tu non vuoi». Questo gli disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E detto questo aggiunse: «Seguimi». Giovanni 21,15-19

Aspetti sempre.
Che abbia finito di mangiare.
Che sia riposata.
Che sia serena.
Che sia felice.
Per te la mia fame, la mia sete, il mio riposo, la mia vita.
Vengono sempre prima.
E poi, quando sono comoda.
Vicino a te.
Cominci a parlarmi d’amore.
Ed è subito cielo.
Ed è subito Dio.
Ed è subito gioia piena.
Mani piene.
Bocca piena.
Io ti amo da morire.

Amore mio.
Ripetimelo mille volte.
Non mi stancherò mai.
Non mi rattristerò mai.
Chiedimi mille volte se ti amo.
Dimmi mille volte di seguirti anche se sono sempre qui.
Attaccata alla tua mano, alla tua vita.

Di Don Mauro Leonardi

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita