Vangelo 20 Settembre 2019. C’erano con lui i Dodici e alcune donne che li servivano con i loro beni.

Vangelo 20 Settembre 2019. C’erano con lui i Dodici e alcune donne che li servivano con i loro beni.

.

Lc 8,1-3
C’erano con lui i Dodici e alcune donne che li servivano con i loro beni.

Vangelo

In quel tempo, Gesù se ne andava per città e villaggi, predicando e annunciando la buona notizia del regno di Dio.
C’erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria, chiamata Maddalena, dalla quale erano usciti sette demòni; Giovanna, moglie di Cuza, amministratore di Erode; Susanna e molte altre, che li servivano con i loro beni.

E alcune donne che erano state guarite

Gesù non è un “Predicatore” vano della Parola del Signore. La sua vita è la testimonianza perfetta che quanto Lui dice è purissima verità. Ogni sua Parola si compie in Lui, è testata da Lui, è certificata da Lui come verissima. La sua storia quotidiana è la garanzia della verità di quanto esce dalla sua bocca. Lui è il Consegnato alla Provvidenza del Padre, perché Lui è più povero degli uccelli del cielo e dei gigli dei campi. Lui non ha neanche un nido dove poggiare il capo o una zolla di terra dove posare i suoi piedi. Lui sulla terra è la povertà perfetta.

LEGGI: Conosci Beata Maria Teresa di San Giuseppe. Oggi è la sua festa!

Gesù è la povertà perfetta nell’obbedienza perfetta ad ogni comando, desiderio, manifestazione della volontà del Padre. Poiché Lui è tutto del suo Dio, il suo Dio è tutto per Lui. Anche la Provvidenza del Padre è data in modo condizionato. L’uomo si fa provvidenza di salvezza, redenzione, Parola del suo Dio. Dio si fa Provvidenza di aiuto, sostegno, amore, carità, sostentamento, guida, dono dello Spirito Santo per ogni uomo che si è fatto sua provvidenza.


Anche questa verità va gridata, specie oggi in cui la Chiesa è fortemente tentata dalla povertà dell’uomo e si fa paladina di provvidenza fuori però dei canoni stabiliti da Dio che comandano forme e modalità per vivere e manifestare la sua divina ed eterna carità. È Dio la carità e l’amore e la Chiesa non deve essere strumento di se stessa, ma sempre sacramento e strumento dell’amore di Dio, sempre però secondo Dio, che il Signore nutre verso la sua creatura.

Vangelo

Ogni giorno il Padre lo assiste

La carità della Chiesa prima di ogni altra cosa deve essere carità verso i missionari del Vangelo. Sono essi che vanno aiutati, sostenuti, confortati dalla carità di Dio attraverso il corpo della Chiesa. Le donne – vere figlie della Chiesa prima ancora della sua nascita dal corpo di Cristo trafitto sulla croce – sono a servizio della Chiesa evangelizzante. Tutta la loro vita è messa a servizio di Gesù e degli Apostoli. Quella di Gesù è vera vita di evangelizzazione. Lui è persona interamente consacrata al dono della Parola. Il Padre si prende cura di Lui suscitando nel cuore di alcune donne il desiderio e la volontà di fare del bene al suo Figlio Unigenito, mettendo a sua disposizione i loro beni.

Gesù ha diritto di servirsi dei beni messi a sua disposizione dalla Provvidenza del Padre solo perché lavora per Lui e finché lavora per Lui. Se Gesù smettesse un solo giorno di lavorare per il Padre, non avrebbe alcun diritto di ricorrere alla divina Provvidenza. Sarebbe obbligato a procurarsi il pane con il sudore di sua fronte. Invece noi sappiamo che Lui sempre si reca di villaggio in villaggio a predicare la Parola, il Vangelo, e di giorno in giorno il Padre lo assiste. Fonte lachiesa.it

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, fateci giusti secondo Dio.

Commento a cura del Movimento Apostolico

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome