Vangelo 1 Luglio 2019. Maestro, ti seguirò dovunque tu vada.

Mt 8,18-22
Seguimi.

In quel tempo, vedendo la folla attorno a sé, Gesù ordinò di passare all’altra riva.
Allora uno scriba si avvicinò e gli disse: «Maestro, ti seguirò dovunque tu vada». Gli rispose Gesù: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo».
E un altro dei suoi discepoli gli disse: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Ma Gesù gli rispose: «Seguimi, e lascia che i morti seppelliscano i loro morti».

Vangelo

Maestro, ti seguirò dovunque tu vada

Dove va Gesù? Dove momento per momento lo manda il Padre suo, attraverso mozione e ispirazione suo Santo Spirito. Questa verità la troviamo rivelata dallo stesso Gesù nel suo discorso fatto ai discepoli presso il pozzo di Giacobbe. Invitato a prendere cibo, Gesù rispose loro che suo cibo è fare la volontà del Padre e compiere la sua opera. Lui non ha altro cibo da prendere. In qualche modo è anche la prima risposta data al diavolo nel deserto: “Non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni Parola che esce dalla bocca del Signore”. Gesù è venuto non per fare la sua volontà, ma la volontà di Colui che lo ha mandato. Il Padre parla, comanda. Lui ascolta. obbedisce.

Urge distinguere tra missionario e missionario. C’è il mandato nel mondo per annunziare il Vangelo, fare discepoli battezzare, insegnare come il Vangelo va vissuto in ogni sua parola, e c’è il missionario che vive la sua vita nel luogo in cui è chiamato a svolgere la sua quotidiana attività. Mentre il primo si reca di luogo in luogo, città in città, villaggio in villaggio sempre mandato e mosso dallo Spirito Santo, il secondo si reca nello stesso luogo da persona a persona, sempre sotto mozione e ispirazione dello Spirito del Signore. Per l’uno e per l’altro, tutto sempre deve essere obbedienza allo Spirito di Dio. Se ci si pone fuori dello Spirito, non si è più suoi missionari, da lui mandati. Nella missione non può esistere né autonomia né separazione dallo Spirito.

Vangelo 8 Giugno

Gesù è persona onesta perché vera ed è vera perché onesta. Lui mai ha ingannato o illuso qualcuno. Tu vuoi seguire il Maestro? Sappi che il Maestro è sempre in obbedienza al Padre suo. Tu vuoi seguirlo, ma prima devi seppellire tuo padre? Neanche per te ci potrà essere sequela. Dal momento della decisione, il passato non esiste più. Esiste solo un presente di obbedienza ad ogni comando di Dio.

Madre di Dio, Angeli, Santi, fate che i cristiani diventino veri missionari di Cristo Gesù.

Commento a cura del Movimento Apostolico

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome