HomeNewsRes Publica et SocietasTragedia della Marmolada. Ancora 20 i dispersi, le ricerche continuano. Tre italiani...

Tragedia della Marmolada. Ancora 20 i dispersi, le ricerche continuano. Tre italiani tra le vittime

Aggiornamento ore 15.40: Quattro dei 19 dispersi sono stati rintracciati e sono salvi. Mancano all’appello 15 persone, molte di nazionalità italiana. Ma le ricerche sono state sospese a causa del maltempo, riprenderanno con i droni dopo la pioggia. Sette morti, identificati 3 italiani e 1 ceco. Al Palaghiaccio di Canazei la camera ardente e il riconoscimento delle salme. Si indaga per disastro colposo. Draghi a Canazei in auto. Il suo elicottero era stato deviato per maltempo. Dal Colle telefonata di cordoglio.

Aggiornamento ore 12.35: Crollo Marmolada, 19 dispersi in totale: 11 sono italiani, di cui 3 trentini e 8 veneti. Otto sono stranieri: tre romeni, un francese, un austriaco e quattro della Repubblica Ceca

Quella della Marmolada è una nuova tragedia dalle dimensioni enormi che ancora si faticano a delineare. I vigili del fuoco assieme al Soccorso alpino del Trentino hanno presidiato tutta la notte il ghiacciaio con i droni, continuando a perlustrare la zona del crollo in Marmolada. Identificati tre italiani tra le vittime.

Le condizioni meteorologiche saranno determinanti per valutare l’intervento diretto dei soccorritori nelle prossime ore: il freddo e le basse temperature sono fondamentali per garantire un minimo di sicurezza alle operazioni, visto che sulla montagna è rimasto un’enorme quantità di ghiaccio pericolante.

Ci sono tre vittime italiane identificate in seguito al crollo.

Una delle vittime è originaria della provincia di Vicenza, l’altra della provincia di Treviso e sono entrambi guide alpine. Anche una terza persona identificata sarebbe veneta. Tra i dispersi inoltre, che al momento sarebbero una ventina, ci sarebbe anche un uomo sui 50 anni di Alba di Canazei. Il conteggio delle vittime sembra purtroppo destinato a salire, considerato il numero di dispersi.

Crolla ampio blocco di ghiaccio sulla Marmolada
Crolla ampio blocco di ghiaccio sulla Marmolada

Il numero di escursionisti ancora dispersi sulla Marmolada in seguito al crollo di un seracco di ghiaccio tra Punta Rocca e Punta Penia non è ancora definitivo, anche se i soccorritori stanno ancora lavorando per definire con certezza il numero esatto.

Nel frattempo a Canazei, dove è stata allestita la centrale operativa che sta coordinando le operazioni di soccorso e ricerca a seguito del crollo sulla Marmolada e dove è atteso anche il presidente del Consiglio Mario Draghi, sono arrivati due gruppi di parenti di vittime e dispersi, che potrebbero essere saliti di numero, tre o quattro in più dei 16 comunicati domenica, nel giorno della tragedia.

Il Soccorso alpino nazionale ha istituito un numero da chiamare per segnalare il mancato rientro di amici e familiari.
Il numero è 0461-495272 e l’avviso è stato diffuso in italiano e in inglese.

​PUOI LEGGERE ANCHE: Ghiacciaio della Marmolada, crolla un blocco di ghiaccio, è strage

Le vittime, invece, sono tutte al Palaghiaccio di Canazei, dove è stata allestita la camera ardente e dove i parenti, in mattinata, inizieranno il doloroso rito dei riconoscimenti dei corpi.

Al momento sono 6 le vittime confermate: tre italiani, un cecoslovacco, più un uomo ed una donna non ancora identificati, ma il bilancio è verosimilmente destinato ad aggravarsi.

Sostieni Papaboys 3.0

Informazioni personali

Dettagli di fatturazione

Termini

Totale Donazione: €100.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita