Scomparso dai radar l’aereo su cui viaggiava il calciatore Emiliano Sala. Soccorritori: «Nessuna possibilità»

Grande ansia per la vita del calciatore Emiliano Sala; l’areo su cui viaggiava verso Cardiff è scomparso dal radar. I soccorritori: «Nessuna possibilità».

Emiliano Sala

Tutto il mondo è in ansia per il giovane calciatore Emiliano Sala, argentino di origini italiane. Militava nel Nantes e stava passando al Cardiff nel mercato di gennaio. Emiliano Sala si è imbarcato ieri sera su un aereo privato da turismo e doveva atterrare in Galles intorno alle 21, ma il suo volo non è mai arrivato ed è disperso da ieri sera nei cieli della Manica.

È in corso, scrive l’Equipe, una massiccia operazione di soccorso composta da due elicotteri e barche nella zona di Guernsey-Alderney per rintracciare il velivolo, che aveva a bordo due persone tra cui proprio Sala: da parte della squadra di calcio britannica non c’è però ancora alcuna conferma. L’aereo un Piper Malibu, era decollato dall’aeroporto francese di Nantes-Atlantique, in direzione di Cardiff.

I soccorsi

L’aereo è scomparso dai radar nei pressi del faro di Casquets, intorno alle 21:30: le condizioni meteo complicano il lavoro dei soccorritori. La polizia di Guernsey in un comunicato ha fatto sapere che l’operazione di ricerca e salvataggio è in corso. L

a Guardia costiera inglese ha riferito di non aver ancora trovato nulla. Alderney è un’isola che si trova a circa 15 km dalla costa della Normandia e da L’Aia, in Olanda.

Ore di angoscia per i genitori

Sono ore di angoscia per la famiglia di Emiliano Sala. I genitori del bomber ex Nantes sono stati intervistati stamattina dall’emittente argentina C5N: «Ho appreso la notizia da un amico, sono disperato. Spero che tutto si risolva», ha detto il papà Horacio. Secondo quanto riferito dalla mamma del giocatore, Mercedes, «l’aereo sul quale viaggiava è del presidente del Cardiff. Ci hanno informato che è sparito dai radar e che lo stanno cercando. Siamo in costante contatto».

L’ultima foto postata su Twitter

Emiliano Sala

Difficile che siano ancora vivi

Ma le speranze sono ormai ridotte al lumicino. «Personalmente, non credo che ci sia qualche possibilità che siano ancora vivi», ha detto John Fitzgerald di Channel Islands Air Search, una delle unità impegnate in queste ore nelle ricerche dell’aereo. «Se sono in acqua, non vi è alcuna possibilità che siano sopravvissuti. In queste acque fa estremamente freddo, senza protezioni una persona probabilmente non potrebbe sopravvivere per più di un’ora», la drammatica previsione di Fitzgerald, intervistato dal magazine So Foot.

Fonte leggo.it/Domenico Zurlo

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €15.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome