Ritrovato purtroppo anche l’ultimo disperso nel crollo del ponte. Le vittime salgono a 42

“Fino a quando non lo tirano fuori, io non me ne vado di qua», giura. E si stringe al marito. È la mamma di Mirko Vicini, 31 anni, uno dei due dipendenti trimestrali dell’Amiu, l’azienda rifiuti genovese: con il collega Bruno Casagrande si trovava nel capannone dell’isola ecologica sepolto dal crollo del viadotto autostradale. Erano state nella notte le parole della mamma di Mirko, il cui corpo è è stato ritrovato da pochi minuti.

La donna aveva già di sperare poche ore dopo la tragedia. «In realtà ho capito subito cosa era successo. Ma non ci volevo credere, mi sembrava impossibile. Ora ho bisogno di vederlo: non posso abbandonarlo da solo, in questo posto», aveva detto sottovoce.

Caro Mirko, riposa in pace, ed alla tua mamma coraggiosa mandiamo un grandissimo e sentito abbraccio.

PUOI LEGGERE ANCHE 

Una mamma che non si rassegna. Paola e il figlio disperso: “Dormo vicino alle macerie finché non lo trovano”

LE PAROLE DEL PRESIDENTE MATTARELLA

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato commosso, accolto da un lungo applauso, ai funerali delle davanti ai feretri delle 19 vittime che hanno accettato i funerali di Stato celebrati dal cardinale Angelo Bagnasco.

Il presidente ha abbracciato alcuni parenti. “Genova è stata colpita – ha dichiarato alla fine della cerimonia funebre – tutti i genovesi e tutti coloro che si sono recati a Genova in questi anni sono passati su quel ponte, anche io l’ho percorso tante volte, anche di recente. È una tragedia che ha coinvolto tanti, tutto il nostro Paese. È una tragedia inaccettabile”.

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome