Papa Francesco all’Angelus: ‘Dio ha sete di noi, dei nostri cuori, del nostro Amore!’

244765822In questa domenica nella quale giunge al culmine la settimana dell’Unità dei Cristiani, Papa Francesco ricorda l’appuntamento del pomeriggio nella Basilica di San Paolo Fuori le Mura ed invita a conoscere la sete di Dio e la nostra sete di Lui.

I cristiani siano uniti
Gesù vuole che i cristiani siano uniti. E’ quanto ha detto il Papa dopo aver ricordato che nel pomeriggio, nella Basilica di San Paolo Fuori le Mura, si terrà la celebrazione a conclusione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani:

“E’ una cosa brutta che i cristiani siano divisi. Ma Gesù ci vuole uniti: un solo corpo. I nostri peccati, la storia, ci hanno divisi e per questo dobbiamo pregare tanto perché sia lo stesso Spirito Santo ad unirci di nuovo”

Il Diavolo, padre delle divisioni
Nel cuore di Cristo – ha aggiunto – “si incontrano la sete umana e quella divina” e la sete dell’unità:

“Eh, quello che voleva Gesù: l’unità di tutti! Il diavolo, lo sappiamo, è il padre delle divisioni, è uno che sempre divide, che sempre fa guerre, fa tanto male”.

Gesù è Parola vivente
Ricordando il Vangelo di oggi , che ci presenta l’inizio della predicazione di Gesù in Galilea, il Papa ha inoltre sottolineato che Cristo è “la Parola vivente e operante nella storia” e disseta il nostro cuore inquieto:

“Gesù è il compimento delle promesse divine perché è Colui che dona all’uomo lo Spirito Santo, l’acqua viva che disseta il nostro cuore inquieto, assetato di vita, di amore, di libertà, di pace: assetato di Dio”.

244765822

Dio ha sete di noi
“Dio facendosi uomo – ha aggiunto il Santo Padre – ha fatto propria la nostra sete, “non solo dell’acqua materiale, ma soprattutto la sete di una vita piena, libera dalla schiavitù del male e della morte:

“Nello stesso tempo, con la sua incarnazione Dio ha posto la sua sete – perché anche Dio ha sete – la sua sete nel cuore di un uomo: Gesù di Nazaret. Dio ha sete di noi, dei nostri cuori, del nostro amore e l’ha messo nel cuore di Gesù”.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome