Profughi: ospitalità tra Treviso, Silea, Vascon

Foto-dei-RifugiatiVENETO – TREVISO – Il vertice di stamattina alla Prefettura ha delineato il nuovo piano di accoglienza dei 40 profughi arrivati nella Marca sabato sera . Sono emerse nuove soluzioni per l’accoglienza: 4 profughi verranno accolti dalla Caritas di Treviso, 3 troveranno un posto presso la cooperativa Alternativa a Vascon, mentre il Comune di Silea attraverso il sindaco Silvano Piazza si è detto disponibile a dare ospitalità ad altre persone. A questi enti e privati si aggiunge anche l’Israa, l’istituto che gestisce le case di riposo della Marca che si è detto disponibile ad alloggiare presso una delle sedi dismesse una ventina di immigrati.

La speranza è di riuscire a coprire tutte le necessità. Domani un nuovo incontro in prefettura potrebbe arrivare a definire chiaramente la strategia del piano di emergenza.

«Treviso sta facendo la sua parte. I toni propagandistici della Lega non servono. Credo sia più utile per tutti, per le persone arrivate nel nostro territorio così come per la nostra comunità, assumere un atteggiamento concreto e costruttivo davanti all’emergenza» dice il sindaco di Treviso Giovanni Manildo che ringrazia Don Aldo Danieli di Paderno per aver offerto una prima disponibilità a gestire la situazione.

A Paderno intanto prosegue la gara di solidarietà dei cittadini che in queste ore hanno portato nel centro parrocchiale che ospita i 40 profughi vestiti, oggetti, cibo.  Fonte: tribunatreviso.gelocal

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome