Perchè oggi all’Angelus Papa Francesco ha acceso una candela alla finestra?

Papa Francesco ha acceso questa domenica dopo l’Angelus un cero ed ha pregato per la “pace nell’amata Siria”

Dopo l’Angelus, il Papa aderendo ad una iniziativa di “Aiuto alla Chiesa che Soffre”, ha acceso un cero e pregato perché i cristiani restino in Siria e in Medio Oriente
papa.angelus.oggi

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano

“L’Avvento è tempo di speranza. In questo momento vorrei fare mia la speranza di pace dei bambini della Siria, martoriata da una guerra che dura ormai da otto anni”. E’ quanto ha affermato oggi, dopo l’Angelus, Papa Francesco aderendo alla campagna di preghiera “Candele per la Pace in Siria”, promossa dalla Fondazione pontificia “Aiuto alla Chiesa che Soffre”. Il Santo Padre ha acceso un cero “insieme a tanti bambini siriani e tanti fedeli nel mondo che oggi accendono le loro candele”:

“Questa fiamma di speranza e tante fiammelle di speranza disperdano le tenebre della guerra! Preghiamo e aiutiamo i cristiani a rimanere in Siria e in Medio Oriente come testimoni di misericordia, di perdono e di riconciliazione. La fiamma della speranza raggiunga anche tutti coloro che subiscono in questi giorni conflitti e tensioni in diverse parti del mondo, vicine e lontane. La preghiera della Chiesa li aiuti a sentire la prossimità del Dio fedele e tocchi ogni coscienza per un impegno sincero a favore della pace. E che Dio, nostro Signore, perdoni coloro che fanno la  guerra, coloro che fanno le armi per distruggersi e converta il loro cuore. Preghiamo per la pace nell’amata Siria.”

Candele per la Pace in Siria

La Campagna “Candele per la pace in Siria”, iniziata oggi nella prima domenica di Avvento, coinvolge oltre 50 mila bambini, appartenenti a diverse religioni. Provengono da molte città siriane fortemente colpite dalla guerra. Tra queste Aleppo, Damasco, Homs, Marmarita, Hassaké, Tartus a Latakia. I piccoli hanno pregato e realizzato disegni. Attraverso croci, colombe e messaggi di speranza i piccoli siriani, che rappresentano la prima vittima del conflitto che ancora devasta il Paese, hanno rivolto al mondo la loro richiesta di pace. Di seguito il video sull’iniziativa “Candele per la Pace in Siria”, pubblicato sul sito di “Aiuto alla Chiesa che soffre”

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome