Papa Francesco negli Stati Uniti d’America. Le tappe della Visita. Il Programma

Il X Pellegrinaggio internazionale di Papa Francesco (1) lo porterà, come è ben noto, a Cuba, Stati Unite e alle Nazioni Unite. Il viaggio durerà oltre 5 giorni. Da Santiago di Cuba fino a Washington, il Santo Padre coprirà una distanza di 2.103 km; da Washington a New York 330 km e da New York a Filadelfia 160 km. Al rientro, Filadelfia/Roma, l’AA B777 (American Airlines) coprirà 7.030 km.

Papa Francesco visiterà gli Stati Uniti per partecipare all’Incontro Mondiale delle Famiglie in programma nella città di Filadelfia dal 22 al 27 settembre. Sono attesi dagli 8.000 ai 12.000 partecipanti per le conferenze durante la settimana, e si prevedono un milione di presenze durante il fine settimana con il Papa. Papa Francesco sarà il primo Pontefice a visitare e parlare davanti al Congresso USA, a Washington il 24 settembre; inoltre, pronuncerà un discorso nella sede delle Nazioni Unite di New York il 25 settembre.

La visita del Santo Padre negli Stati Uniti d’America, dal 22 al 27 settembre, che sarà la nona di un Pontefice dopo quella di Paolo VI (1965), le sette di Giovanni Paolo II (1)  e quella di Benedetto XVI (2008), per circostanze ben note (3 tappe in un solo viaggio) si “snoderà” con una dinamica particolare.
In primo luogo, il Santo Padre dopo il Benvenuto a Washington incontrerà il Presidente Barak Obama (23 settembre, South Lawn, Casa Bianca). Lo stesso giorno il Pontefice presiederà la Santa Messa per la Canonizzazione del Beato P. Junípero Serra, la prima in territorio statunitense (Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione a Washington, D.C.).
Poi, il giorno dopo (24 settembre), il Santo Padre parlerà ai membri delle due Camere del Congresso riunite in seduta congiunta. Successivamente il Pontefice farà visita alla sede dell’Organizzazione delle Nazioni Uniti – area extraterritoriale – e parlerà alla sua Assemblea Generale riunita per il 70.mo periodo di sessioni e per la firma del “Programma per lo sviluppo 2015 – 2030” (New York, 25 settembre).
Infine, Papa Francesco si trasferirà a Filadelfia per presiedere la conclusione del VIII Incontro Mondiale delle Famiglie (26 – 27 settembre, Benjamin Franklin Parkway, Philadelphia).
Sono tutti “appuntamenti” dell’agenda papale del X Pellegrinaggio internazionale di Francesco molto rilevanti e, ovviamente, non mancheranno di avere una grande amplificazione mediatica. La stampa internazionale da mesi scrive su questi incontri e negli Stati Uniti l’interesse per ascoltare il magistero di Francesco è altissimo. Non sono solo gli interlocutori e le tribune, prestigiose e importanti, a determinare questo crescente interesse. Sono anche i temi che affronterà il Santo Padre e che appaiono più che plausibili nell’agenda, a richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica: la pace e i conflitti nel mondo, la difesa e protezione dell’ambiente, la ricchezza e la giustizia sociale, la centralità della famiglia e le insidie che la minacciano,  classe media e povertà estrema, flussi migratori e dignità umana, la questione giovanile e la crisi economico-sociale, la difesa dei cristiani e la libertà religiosa … per citarne solo alcuni.
Come è ben noto il centro della Visita di Papa Francesco è la chiusura dell’VIII Incontro Mondiale delle Famiglie che si svolge a Filadelfia dal 22 al 27 settembre. Il Santo Padre ne prenderà parte gli ultimi due giorni, il 26 e il 27, e chiuderà l’evento con una Veglia e una Celebrazione Eucaristica. 

L’VIII Incontro Mondiale delle Famiglie si svolgerà quindi tra due Assemblee Sinodali dedicate alla famiglia: quella straordinaria dell’ottobre 2014 e quella prossima, Ordinaria, la numero 14 da quando, 50 anni fa, Paolo VI stabilì le Assemblee sinodali come voleva il Concilio Ecumenico Vaticano II. Si tratta, dunque, di un appuntamento ecclesiale della massima importanza poiché sostanzialmente le sue riflessioni si collocheranno in un terreno singolare: una valutazione del lavoro fatto dalla chiusura del Sinodo straordinario di quasi un anno fa e al tempo stesso una preparazione del Sinodo ordinario. In altre parole: sarà un osservatorio molto speciale per avere uno sguardo completo e approfondito di quanto la Chiesa, a volte con qualche polemica, sta discutendo da almeno tre anni.
A ciò si deve aggiungere il “contributo” specifico e personale di Papa Francesco che dal 10 dicembre 2014 sviluppa, nel corso delle Udienze generali del mercoledì, una catechesi molto articolata e puntuale sulle questioni principali che vengono chiamate in causa quando si tratta della famiglia e della sua evangelizzazione.
Il Papa, infatti, lo scorso 10 dicembre, improvvisandosi lui stesso un “cronista”, raccontò lo sviluppo del Sinodo straordinario che si era chiuso nel mese d’ottobre.”Cari fratelli e sorelle, buongiorno, abbiamo concluso un ciclo di catechesi sulla Chiesa. Ringraziamo il Signore che ci ha fatto fare questo cammino riscoprendo la bellezza e la responsabilità di appartenere alla Chiesa, di essere Chiesa, tutti noi”, esordì allora il Santo Padre e poi spiegò: “Adesso iniziamo una nuova tappa, un nuovo ciclo, e il tema sarà la famiglia; un tema che si inserisce in questo tempo intermedio tra due Assemblee del Sinodo dedicate a questa realtà così importante. Perciò, prima di entrare nel percorso sui diversi aspetti della vita familiare, oggi desidero ripartire proprio dall’Assemblea sinodale dello scorso mese di ottobre, che aveva questo tema: “Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto della nuova evangelizzazione”. E’ importante ricordare come si è svolta e che cosa ha prodotto, come è andata e che cosa ha prodotto.”

Note
(1)  I – Rio de Janiero (Brasile), 2013; II – Terra Santa (Giordania, Palestina e Israele), 2014; III – Corea, 2014; IV – Albania/Tirana, 2014; V – Parlamento Europeo e Consiglio d’Europa, 2014; VI – Turchia, 2015; VII – Sri Lanka e Filippine, 2015; VIII – Sarajevo, Bosnia Erzegovina, 2015; Ecuador, Bolivia e Paraguay, 2015.
(2) Visite di Giovanni Paolo II negli Stati Uniti: 1979, 1981, 1984, 1987, 1993, 1995, 1999.

Martedì 22 agosto

WASHINGTON

16:00 – Italia: 22.00

Arrivo alla Andrews Air Force Base a Washington, D.C. – Accoglienza Ufficiale nella Andrews Air Force Base a Washington, D.C.

Mercoledì 23 settembre 2015

09:15 – Italia: 15.15

Cerimonia di benvenuto nel South Lawn della Casa Bianca

(Discorso del Santo Padre)

Visita di Cortesia al Presidente degli Stati Uniti d’America

11:30 – Italia: 17.30

Incontro con i Vescovi degli Stati Uniti d’America nella Cattedrale di San Matteo a Washington, D.C.

(Discorso del Santo Padre)

16:15 – Italia: 22.15

Santa Messa e Canonizzazione del Beato P. Junípero Serra nel Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione a Washington, D.C.

(Omelia del Santo Padre)

Giovedì 24 settembre 2015

09:20 – Italia: 15.20

Visita al Congresso degli Stati Uniti d’America

(Discorso del Santo Padre)

11:15 – Italia: 17:15

Visita al Centro Caritativo della Parrocchia di St Patrick e Incontro con i senzatetto a Washington, D.C.

(Saluto del Santo Padre)

NEW YORK

16:00 – Italia: 22:00

Partenza in aereo per New York

17:00 – Italia: 23:000

Arrivo all’Aeroporto JFK a New York

18:45 – Italia 00.45 (Venerdì 25 settembre)

Vespri con Clero, religiosi e religiose nella Cattedrale di S. Patrizio a New York

(Omelia del Santo Padre)

Venerdì 25 settembre 2015

NAZIONI UNITE

08:30 – Italia: 14:30

Visita alla Sede dell’Organizzazione delle Nazioni Unite

(Saluto del Santo Padre)

(Discorso del Santo Padre)

11:30 – Italia: 17:30

Incontro Interreligioso al Memorial di Ground Zero a New York

(Discorso del Santo Padre)

16:00 – Italia: 22:00

Visita alla Scuola “Nostra Signora, Regina degli Angeli” e Incontro con bambini e famiglie immigrati a New York (Harlem)

(Discorso del Santo Padre)

18:00 – Italia: 00.00

Santa Messa nel Madison Square Garden a New York

(Omelia del Santo Padre)

Sabato 26 settembre 2015

FILADELFIA

08:40 – Italia: 14.40

Partenza in aereo per Philadelphia

09:30 – Italia: 15:30

Arrivo all’Aeroporto Internazionale di Philadelphia

10:30 – Italia: 16.30

Santa Messa con Vescovi, Clero, Religiosi e Religiose della Pennsylvania nella Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo a Philadelphia

(Omelia del Santo Padre)

16:45 – Italia: 22:45

Incontro per la libertà religiosa con la comunità ispanica e altri immigrati nell’Independence Mall a Philadelphia

(Discorso del Santo Padre)

19:30 – Italia: 01.30 (Domenica 27 settembre)

Festa delle famiglie e veglia di preghiera al B. Franklin Parkway a Philadelphia

(Discorso del Santo Padre)

Domenica 27 settembre 2015

09:15 – Italia: 15.15

Incontro con i Vescovi ospiti dell’Incontro Mondiale delle Famiglie nel Seminario San Carlo Borromeo a Philadelphia

(Discorso del Santo Padre)

11:00 – Italia: 17.00

Visita ai detenuti nell’Istituto di Correzione Curran-Fromhold a Philadelphia

(Discorso del Santo Padre)

16:00 – Italia: 22.00

Santa Messa conclusiva dell’VIII Incontro Mondiale delle Famiglie nel B. Franklin Parkway a Philadelphia

(Omelia del Santo Padre)

19:00 – Italia: 01.00 (Lunedì 28 settembre)

Saluto al Comitato Organizzatore, ai Volontari e ai Benefattori nell’Aeroporto Internazionale di Philadelphia

(Discorso del Santo Padre)

19:45 – Italia: 01.45 (Lunedì 28 settembre)

Cerimonia di Congedo

20:00 – Italia: 02.00 (Lunedì 28 settembre)

Partenza in aereo da Philadelphia per Roma/Ciampino

Lunedì 28 settembre 2015

10:00 – Ora di Roma

Arrivo all’aeroporto di Roma Ciampino

Fuso orario

Roma: +2h UTC

La Habana / Holguín / Santiago: -4h UTC

Washington / New York / Philadelphia: -4h UTC


Redazione Papaboys (Fonte ilsismografo.blogspot.it /  Luis Badilla – Francesco Saverio Brocal )

1 COMMENTO

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome