Home Senza categoria Papa Francesco a Esercito della Salvezza: testimoniare insieme Cristo nelle periferie

Papa Francesco a Esercito della Salvezza: testimoniare insieme Cristo nelle periferie

Papa Francesco a Esercito della Salvezza: testimoniare insieme Cristo nelle periferiePapa Francesco ha ricevuto oggi in Vaticano una delegazione dell’Esercito della Salvezza, movimento internazionale evangelico fondato nel 1865 e presente in oltre 120 Paesi, che promuove, insieme alla predicazione della Parola di Dio, opere sociali a favore dei più poveri. Servizio di Francesca Sabatinelli per la Radio Vaticana:

Che la comune fede in Gesù Cristo “diventi sempre più il fondamento solido di amicizia e di collaborazione” tra cattolici e salvazionisti e con altri cristiani. E’ con parole di cordialità che Francesco accoglie la visita dei dirigenti dell’Esercito della Salvezza da lui conosciuto sin dai tempi della sua infanzia a Buenos Aires, come ricorda lui stesso:

“Quando io avevo quattro anni – era nell’anno 1940, nessuno di voi era nato, eh? – andavo per strada con la mia nonna. In quel tempo, l’idea era che tutti i protestanti andavano all’Inferno. Ma, dall’altra parte del marciapiedi venivano due donne dell’Esercito della Salvezza, con quel cappello che avevate voi … Lei lo ha usato? E io ricordo come se fosse oggi, io ho detto a mia nonna: ‘Quelle, chi sono? Monache, suore?’. E mia nonna ha detto: ‘No. Sono protestanti. Ma sono buone’. E così, la mia nonna per la testimonianza vostra, mi ha aperto la porta all’ecumenismo: la prima predica ecumenica che ho avuto è stata davanti a voi. Thank you very much”.

Francesco sottolinea i proficui contatti che negli anni si sono avuti tra l’Esercito della Salvezza e il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, volti a “promuovere una migliore conoscenza reciproca, mutuo rispetto e regolare collaborazione”. Il suo augurio è quindi che cattolici e salvazionisti possano continuare a “rendere testimonianza comune di Cristo e del Vangelo in un mondo che ha tanto bisogno di sperimentare la misericordia infinita di Dio”, perché “riconoscono che i bisognosi hanno un posto speciale nel cuore di Dio e per questo “si incontrano frequentemente nelle stesse periferie umane”. La preghiera di Francesco è quindi che tutti i discepoli di Cristo nel mondo “offrano il loro contributo con la stessa convinzione e lo stesso dinamismo che l’Esercito della Salvezza dimostra nel suo devoto e apprezzato servizio”.

“Le differenze tra cattolici e salvazionisti su questioni teologiche ed ecclesiologiche non devono ostacolare la testimonianza del nostro amore condiviso per Dio e per il prossimo, un amore che è in grado di ispirare energici sforzi nell’impegno di ripristinare la dignità di coloro che vivono ai margini della società”.

L’auspicio è che tante persone in difficoltà possano continuare a contare sull’azione dell’Esercito della Salvezza, “che permette alla luce di Cristo di splendere negli angoli più bui della loro vita”.

A cura di Redazione Papaboys fonte: Radio Vaticana

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,995FansLike
20,854FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Giovanni Paolo II: Spalancate le porte a Cristo! Chiedi una grazia oggi al Santo Pontefice, 25 febbraio 2021

Giovanni Paolo II: ‘Spalancate le porte a Cristo!’ Chiedi una grazia...

Giovanni Paolo II: Spalancate le porte a Cristo! Chiedi una grazia oggi al Santo Pontefice, 25 febbraio 2021 Pensieri e parole di Giovanni Paolo II...