Oggi, 5 dicembre 2021, festeggiamo la Vergine dei Re: la Madonna che sorride. Storia e Preghiera per una grazia

Vergine dei Re: una statua molto venerata
Vergine dei Re: una statua molto venerata

Vergine dei Re: una statua molto venerata

Osservandola, la statua della Vergine dei Re, sembra sempre che sorrida dolcemente

La storia

Nel 1600, Frate Antonio Tineo si recò in Spagna per chiedere al re Filippo III le forniture necessarie per la costruzione di una chiesa francescana nella città di San Francisco in Guatemala; da questo viaggio riportò anche una statua della Madonna che si trovava nella cappella privata della regina Margherita.

La tradizione vuole che la preziosa statua in origine appartenesse all’Imperatore Carlo V di Germania; proprio per questi motivi che è stata definita da tutti la Virgen de los Reyes: la Vergine dei Re.

Vergine dei Re: una statua molto venerata
Vergine dei Re: una statua molto venerata

La statua della Vergine fu subito venerata nel nuovo continente e ha subito non pochi danni a causa degli eccessi di devozione dei suoi fedeli. Più volte infatti è stata danneggiata dai fuochi d’artificio e da altre azioni pericolose sempre dovute al forte entusiasmo popolare.

Basti pensare che la vecchia statua ha avuto ben nove teste differenti nei suoi 400 anni. Ma così come Maria Immacolata fu preservata dalla corruttibilità del corpo dovuta al peccato di Adamo, anche questa rappresentazione della Vergine si è preservata bella e giovane, con la sua corona ricca di pietre preziose e la mezza luna d’argento ai piedi.

Venne canonicamente incoronata il 5 dicembre 1954 in occasione del 100 ° anniversario del dogma dell’Immacolata Concezione, mentre l’ annuale processione con la statua si svolge l’8 dicembre.

(Fonte biscobreak.altervista.org)

LEGGI ANCHE: La statua della Madonna alla quale le scarpe si consumano, perchè va a trovare i bambini.

Preghiera a Maria

A te, Maria, fonte della vita,
si accosta la mia anima assetata.

A te, tesoro di misericordia,
ricorre con fiducia la mia miseria.

Come sei vicina, anzi intima al Signore!
Egli abita in te e tu in lui.

Nella tua luce, posso contemplare
la luce di Gesù, sole di giustizia.
Santa Madre di Dio, io confido
nel tuo tenerissimo e purissimo affetto.

Sii per me mediatrice di grazia
presso Gesù, nostro Salvatore.

Egli ti ha amata sopra tutte le creature,
e ti ha rivestito di gloria e di bellezza.
Vieni in aiuto a me che sono povero
e fammi attingere alla tua anfora
traboccante di grazia.

(San Bernardo di Chiaravalle)

Oppure:

Santa Vergine dei Re oggi ti eleggo
a mia speciale patrona:
sostieni in me la Speranza,
confermami nella Fede,
rendimi forte nella Virtù.

Aiutami nella lotta spirituale,
ottienimi da Dio tutte le Grazie
che mi sono più necessarie
ed i meriti per conseguire con te
la Gloria Eterna. Amen.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome