HomeNewsSancta SedesNuova indagine aperta in Vaticano. 2 indagati. La conferma dalla Sala Stampa

Nuova indagine aperta in Vaticano. 2 indagati. La conferma dalla Sala Stampa

Il Vaticano conferma l’apertura dell’indagine per i finanziamenti della ristrutturazione dell’attico dell’ex Segretario di Stato Vaticano, il cardinale Tarcisio Bertone. “Sono indagati Giuseppe Profiti e Massimo Spina”, riferisce il vice direttore della sala stampa vaticana, Greg Burke, confermando quanto anticipato dall’Espresso. L’accusa sarebbe di appropriazione indebita per i due ex manager del Bambino Gesù. “Il cardinale non è indagato”, precisa il portavoce riferendosi a Bertone.

L'attico al centro dell'indagine (e delle polemiche)
L’attico al centro dell’indagine (e delle polemiche)

Secondo quanto anticipato dall’Espresso, l’istruttoria penale è scaturita dalle rivelazioni del saggio “Avarizia”, pubblicato da Emiliano Fittipaldi: i giudici di papa Francesco ipotizzano reati gravissimi (“peculato, appropriazione e uso illecito di denaro”, si legge nelle carte d’accusa) e hanno già trovato i riscontri documentali che dimostrano che i lavori di ristrutturazione dell’appartamento sono stati pagati dalla Fondazione dell’ospedale pediatrico “Bambin Gesù”.

Ma c’è anche un altro risvolto inquietante: Bertone, nel carteggio, sostiene di aver pagato anche lui alcune fatture relative ai lavori. Se fosse vero bisognerebbe capire allora dove sono finiti i soldi dell’ospedale vaticano. È noto che il cardinale Bertone ha anche restituito una somma importante al Bambin Gesù sotto forma di donazione: 150 mila euro.

Ci auguriamo che su questa vicenda quanto prima sia fatta definitiva chiarezza.



di Redazione Papaboys fonte: Ansa/Repubblica

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Iscriviti alla newsletter gratuita