Non temere, soltanto abbi fede!

IMG_5249_1RIFLESSIONE SUL VANGELO DI QUESTO MARTEDI’ – Gesù è l’uomo dalla purissima fede. È anche il vero Maestro di fede. Non solo insegna la Parola della fede, dice anche ad ogni persona come la fede va manifestata, rivelata, mostrata nella storia. Aiuta tutti quelli che vengono a contatto con Lui come camminare di fede in fede, fino a giungere alla fede perfetta. Aiutare l’altro perché viva sempre di fede perfetta è scienza e arte che si può vivere solo nella pienezza dello Spirito Santo.

Una donna si accosta a Gesù, tocca di nascosto il suo mantello, viene guarita dal suo male. Nel silenzio e nel nascondimento si stava allontanando dal suo Benefattore. La fede di questa donna ancora non è perfetta. È una fede nascosta. La fede deve essere sempre pubblica. Ognuno deve imparare dalla fede degli altri, altrimenti non vi potrà mai essere futuro di fede sulla terra. Gesù la obbliga a rivelare al mondo intero la sua fede. Ora tutti sanno che la fede non ha bisogno di parole. Basta un semplice gesto e se la fede è vera, il miracolo si compie. Quanto Dio fa’, deve essere sempre rivelato.

Giàiro possiede una fede incipiente, imperfetta su Gesù Signore. Sa che Gesù può guarire la sua figlioletta che giace a letto gravemente ammalata e si precipita da Lui, chiedendo un suo urgente intervento. Gesù ascolta il suo grido del cuore e si avvia verso la casa dove la fanciulla giace ammalata. Nel frattempo però muore. Quelli di casa vanno incontro a Giàiro e lo invitano a non disturbare più il Maestro. Che aiuto può dare Gesù ad un corpo morto? Nessuno. La sua presenza è ormai inutile.

La fede debole degli altri può essere una grave tentazione per la nostra ancora debole e incipiente. Gesù viene in aiuto della fede di Giàiro. Lo invita a non temere. Gli dice di avere soltanto fede in Lui. Fidati di me. Non ti deluderò. Non sono venuto fin qui per nulla. Giàiro si fida di Gesù. Continua ad avere fede. La sua fanciulla viene risuscitata. È richiamata in vita da una semplice parole del Maestro: “Fanciulla, io ti dico: àlzati!”. La fede è l’alito di vita del nostro rapporto con Gesù. Gesù sa quanto questo alito è tenue, piccolo, evanescente e viene in nostro soccorso e aiuto. Lui è il Maestro che insegna a ciascuno di noi che dobbiamo trasformarci in sostenitori della fede degli altri. Senza questo nostro aiuto, molta fede va perduta. Rimane paralizzata.

Movimento Apostolico

 

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome