Pubblicità
HomeNewsFinis MundiNel mondo ci sono 45 milioni di schiavi

Nel mondo ci sono 45 milioni di schiavi

Nel mondo ci sono 45,8 milioni di “schiavi moderni”, persone che vivono cioè una condizione di schiavitù, obbligate a lavorare senza essere pagate, vendute per essere sfruttate sessualmente, nate in servitù, bambini costretti a combattere sui campi di battaglia. Nel 2014 il numero di schiavi nel mondo era di 35,8 milioni. A tracciare il quadro e fornire le cifre del fenomeno è il Global Slavery Index, reso pubblico oggi.

schiavi_300

Il numero più alto di persone che vive questa condizione è stato registrato in India, dove sono 18,3 milioni gli esseri umani costretti a fare i lavoranti domestici, a svolgere lavori manuali, mendicare, essere sfruttati sessualmente, a fare i bambini soldato, si legge nel rapporto messo a punto dall’associazione per i diritti umani con sede in Australia, Walk Free Foundation. I 18,3 milioni corrispondono all’1,4 % della popolazione del paese, un tasso che fa risultare il paese al quarto posto nella lista di quelli che hanno più alte percentuali di schiavi rispetto alla popolazione.

In cima alla lista si trova la Corea del nord, dove si ritiene che un abitante su 20 – il 4,3% dei 25 milioni di nordcoreani – viva in condizione di schiavitù. Al secondo posto in termini assoluti figura la Cina, con 3,4 milioni, al terzo ilPakistan con 2,1 milioni di schiavi.

Una richiesta di aiuto rivolta ai governi delle principali economie del mondo è stata lanciata in occasione della divulgazione del rapporto da Andrew Forrest, presidente della Walk Free Foundation: “Sradicare la schiavitù – ha sottolineato – è giusto moralmente, politicamente, da un punto di vista logico ed economico. Attraverso un uso responsabile del potere, della forza di convinzione, della volontà collettiva, possiamo portare il mondo verso la fine della schiavitù”.

This picture taken on September 20, 2013 shows labourers sorting fish after they were unloaded from a trawler at a port in Pattani, southern Thailand. Each day a small army of labourers from countries including Myanmar and Cambodia -- some legal, some undocumented -- man rusting trawlers or help offload and sort the catch at ports around the country. AFP PHOTO / Christophe ARCHAMBAULT





Italia sul podio europeo. Il rapporto che stima che in Italia le persone schiavizzate siano 129.600, che ne fanno il terzo Paese in Europa, per numero assoluto di schiavi, dopo Turchia e Polonia, in un continente che di schiavi ne conta un milione e 243 mila. Nonostante una popolazione simile, il numero di schiavi in Italia è più di 10 volte quello stimato in Francia. L’indice – si legge – considera la risposta del governo italiano al problema tra le più deboli d’Europa.




Redazione Papaboys (Fonte www.avvenire.it)

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,151FansLike
20,918FollowersFollow
9,951FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Vangelo del giorno: Domenica, 18 Aprile 2021

Vangelo. Lettura e Commento alla Parola di Domenica 18 Aprile 2021:...

+ Vangelo del giorno: Domenica, 18 Aprile 2021 + Lettura e commento al Vangelo del giorno - Lc 24,35-48: "Così sta scritto: il Cristo patirà...