Pubblicità
HomeNewsHumanitas et WebMercoledì 14 Giugno - Perché sono amabile per il tuo cuore

Mercoledì 14 Giugno – Perché sono amabile per il tuo cuore

Mercoledì 14 Giugno - Perché sono amabile per il tuo cuoreIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: « Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà considerato grande nel regno dei cieli.» Mt 5, 17-19

Per costruire una casa nuova.
Voglio prima abbattere la vecchia.

Per amare un’idea nuova.
Voglio prima scordare le vecchie.

Per credere in una fede nuova.
Voglio prima abiurare la vecchia.

Per seguire una legge nuova.
Voglio prima abolire la vecchia.

Invece no.
Insegnami a fare nuove tutte le cose.
Insegnami il tuo amore che non abbatte, non scorda, non abiura, non abolisce.
Ma tutto compie.
Tutto colma.
Tutto salva.

Dammi il tuo cuore con cui amare quella che sono.
Dammi il tuo sguardo per contemplare la mia vita.
Perché sono amabile per il tuo cuore.
Perché sono bella per i tuoi occhi.
Amami e saprò amare tutto, tutta me, tutti.

Di Don Mauro Leonardi





Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,074FansLike
20,918FollowersFollow
9,982FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Vangelo del giorno: 14 Maggio 2021

Vangelo. Lettura e Commento alla Parola di Venerdì 14 Maggio 2021:...

Vangelo del giorno: Venerdì, 14 Maggio 2021 Lettura e commento al Vangelo di oggi - Gv 15,9-17: "Non vi chiamo più servi, ma vi ho...