Le parole di Papa Francesco ad un gruppo di giovani: ‘Il momento attuale della Chiesa è difficile!’

Ieri, 25 aprile, Papa Francesco nella sua allocuzione ai Giovani della Diocesi di Aire et Dax (Francia), con riferimento al momento attuale della Chiesa e alla questione degli abusi sessuali, ha detto:

“Rendo grazie a Dio per l’iniziativa dei responsabili della pastorale giovanile che, con l’appoggio del vostro Vescovo, vi hanno proposto di vivere queste “Giornate della Gioventù delle Landes”.

È una bella occasione che vi è offerta per ravvivare in voi il dono della fede, qui, a Roma, presso gli apostoli Pietro e Paolo e tutti quei testimoni, tra i quali alcuni giovani, che hanno subito il martirio per aver scelto di rimanere fedeli a Gesù Cristo.

Questo è ancora più importante perché parecchie persone pensano che oggi è più difficile dirsi cristiani e vivere la fede in Cristo. E voi fate di sicuro l’esperienza di queste difficoltà, che diventano a volte delle prove. In effetti, il contesto attuale non è facile, anche a causa della dolorosa e complessa questione degli abusi commessi da membri della Chiesa.

Tuttavia, vorrei ripetervi che oggi non è più difficile che in altre epoche della Chiesa: è solamente diverso, ma non è più difficile. Perciò, approfittate di questo pellegrinaggio per riscoprire che la Chiesa, di cui siete membri, «cammina da duemila anni, condividendo le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini. E cammina così com’è, senza ricorrere ad alcuna chirurgia estetica» (Esort. ap. postsin. Christus vivit, 101).

Infatti, guardando voi, riconosco l’opera del Signore Gesù che non abbandona la sua Chiesa e che le permette, grazie alla vostra giovinezza, al vostro entusiasmo e ai talenti che Lui vi ha affidato, di rinnovarsi e di ringiovanire nelle varie fasi della sua lunga storia.”

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome