Pubblicità
HomeNewsSancta SedesL'augurio di Papa Francesco: 'Un Sinodo per tutti, con lo Spirito Santo...

L’augurio di Papa Francesco: ‘Un Sinodo per tutti, con lo Spirito Santo protagonista’

In Vaticano momento di riflessione per l’inizio del percorso sinodale, che Francesco aprirà solennemente questa domenica con la Messa nella Basilica di San Pietro. Il Pontefice sottolinea che non bisogna fare un’altra Chiesa ma una “Chiesa diversa”, aperta alla novità che Dio le vuole suggerire, mettendosi in ascolto, camminando con lo Spirito, “perché dello Spirito abbiamo bisogno, del respiro sempre nuovo di Dio, che libera da ogni chiusura, rianima ciò che è morto, scioglie le catene”

Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano per Vaticannews.va

Il Sinodo è un percorso, non privo di rischi, ma anche un itinerario da compiere insieme per cogliere grandi opportunità. Prendendo la parola durante la giornata di riflessione nell’Aula Nuova del Sinodo, Papa Francesco ringrazia quanti provenendo “da tante strade e Chiese”, partecipano all’itinerario sinodale “portando nel cuore domande e speranze”. Ribadisce che il Sinodo non è un Parlamento, non è un’indagine ma un momento ecclesiale e il protagonista è lo Spirito. All’inizio del suo discorso, il Pontefice indica nei termini comunione, partecipazione e missione le parole chiave del Sinodo.

Comunione, missione e partecipazione

Francesco ricorda che comunione e missione sono “espressioni teologiche”. Designano “il mistero della Chiesa e di cui è bene fare memoria”. “Il Concilio Vaticano II – osserva – ha chiarito che la comunione esprime la natura stessa della Chiesa e, allo stesso tempo, ha affermato che la Chiesa ha ricevuto «la missione di annunziare e instaurare in tutte le genti il regno di Cristo e di Dio”. San Paolo VI, aggiunge il Papa, volle “condensare proprio in queste due parole – comunione e missione – le linee maestre, enunciate dal Concilio”. Chiudendo il Sinodo del 1985, anche San Giovanni Paolo II volle ribadire che la natura della Chiesa è la koinonia: “da essa – spiega Papa Francesco – scaturisce la missione di essere segno di intima unione della famiglia umana con Dio”.

Giornata di riflessione nell'Aula Nuova del Sinodo (09-10-2021)
Giornata di riflessione nell’Aula Nuova del Sinodo (09-10-2021)

Comunione e missione rischiano di restare termini un po’ astratti se non si coltiva una prassi ecclesiale che esprima la concretezza della sinodalità in ogni passo del cammino e dell’operare, promuovendo il reale coinvolgimento di tutti e di ciascuno. Vorrei dire che celebrare un Sinodo è sempre bello e importante, ma è veramente proficuo se diventa espressione viva dell’essere Chiesa, di un agire caratterizzato da una partecipazione vera.

E questo non per esigenze di stile, ma di fede. La partecipazione è un’esigenza della fede battesimale.

Dal Battesimo – nota – “deriva l’uguale dignità dei figli di Dio, pur nella differenza di ministeri e carismi. Per questo, tutti sono chiamati a partecipare alla vita della Chiesa e alla sua missione. Se manca una reale partecipazione di tutto il Popolo di Dio, i discorsi sulla comunione rischiano di restare “pie intenzioni”.

Su questo aspetto abbiamo fatto dei passi in avanti, ma si fa ancora una certa fatica e siamo costretti a registrare il disagio e la sofferenza di tanti operatori pastorali, degli organismi di partecipazione delle diocesi e delle parrocchie, delle donne che spesso sono ancora ai margini. Partecipare tutti: è un impegno ecclesiale irrinunciabile!

Qui l’articolo completo di Vaticannews

Informazioni sulla Donazione

Vorrei fare una donazione del valore di :

€100€50€10Altri

Vorrei che questa donazione fosse ripetuta ogni mese

Informazioni sulla donazione

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

305,867FansLike
20,918FollowersFollow
10,086FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

Miracolo eucaristico in India

Miracolo Eucaristico in India? Il volto di Gesù appare nell’ostia consacrata:...

India: il miracolo del volto di Gesù che appare sull'Ostia L’11 Gennaio 2020 l’ostia del Santo Volto di Gesù è stata consegnata nelle mani di...