Lampedusa, Mons. Montenegro: isola di transiti e di convivenze pacifiche e solidali

montenegroSICILIA – LAMPEDUSA – “Lampedusa, isola di luce, per antica consuetudine è isola di transiti e di convivenze pacifiche e solidali. La Madonna di Porto Salvo, che ne è la patrona, anziché dividere cristiani e musulmani li ha in qualche modo uniti”. Lo scrive l’arcivescovo di Agrigento e presidente della Commissione Cei per le migrazioni e della Fondazione Migrantes, monsignor Francesco Montenegro, nel volume “Bibbia e Corano a Lampedusa”, curato, per le edizioni La Scuola, da Alfonso Cacciatore, Arnoldo Mosca Mondadori e Alessandro Triulzi. Maria, prosegue l’arcivescovo, “costruisce ponti tra civiltà e religioni, ama il dialogo, rigetta la violenza – senza se e senza ma – è madre, perciò comprende il cuore delle mamme dei migranti, sa cosa significhi l’attesa nella speranza, conosce il dolore causato da un viaggio senza biglietto di ritorno, ed ha vissuto lo strazio che arrecano le notizie annunciatrici di morte”. Nel volume si leggono pagine strazianti, rinvenute dopo gli sbarchi o i naufragi e trovati addosso a chi ce l’ha fatta o a corpi senza vita restituiti dal mare. Fonte: Agensir

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome