Il Santo di oggi – 29 Settembre – San Raffaele Arcangelo

Nel Martirologio Romano, 29 settembre, n. 1: Festa dei santi Michele, Gabriele e Raffaele, arcangeli. Nel giorno della dedicazione della basilica intitolata a San Michele anticamente edificata a Roma al sesto miglio della via Salaria, si celebrano insieme i tre arcangeli, di cui la Sacra Scrittura rivela le particolari missioni: giorno e notte essi servono Dio e, contemplando il suo volto, lo glorificano incessantemente.

San Raffaele

San Raffaele Arcangelo è uno dei tre arcangeli menzionati nella Bibbia. Raffaele è, nella tradizione biblica, uno degli Arcangeli che sono alla presenza di Dio e ne cantano incessantemente le lodi.

Il nome Raffaele (in ebraico רפאל) vuol dire “medicina di Dio” o “Dio guarisce” e si contrappone al significato del nome del diavolo Asmodeo: “colui che fa perire”. Il nuovo Calendario liturgico cattolico ha riunito in un’unica celebrazione, il 29 settembre, San Michele Arcangelo, San Gabriele Arcangelo e San Raffaele Arcangelo, le cui feste cadevano rispettivamente il 29 settembre, il 24 marzo e il 24 ottobre..

Gli angeli menzionati nei libri più antichi della Bibbia ebraica non hanno nome; Rabbi Simeon ben Lakish di Tiberiade (230-270), affermava che tutti i nomi specifici degli angeli erano stati portati dagli Ebrei di Babilonia, e gli studiosi moderni tendono a confermarlo.
Raffaele è il terzo angelo di cui parla la Bibbia, s’incontra nell’opera dedicata a Tobia; dove appare in forma umana col nome di Azaria. Raffaele è la guida ed il difensore del giovane Tobia o Tobiolo, procurandogli la riscossione del credito che il padre aveva lasciato in una città della Media, un felice matrimonio con la giovane Sara, la guarigione della stessa dai tormenti di demonio e del padre di Tobia dalla cecità. Al termine della sua missione, si rivela dichiarandosi “uno dei sette spiriti che sono sempre pronti ad entrare alla presenza della maestà del Signore”.

Essendo un personaggio di un libro deuterocanonico della Bibbia, Raffaele non è riconosciuto dalla maggior parte dei Protestanti.
Nell’iconografia cristiana i suoi attributi sono il pesce e il vaso dei medicamenti.

I Santi di oggi – 29 Settembre – Santi Michele, Gabriele e Raffaele Arcangeli

Leggi anche: Preghiera a San Raffaele per guarire da una malattia

Compare anche nei testi islamici: secondo l’Hadith, Israfil (Raffaele in arabo) è l’angelo che ha il compito di segnalare l’avvento del Giorno del Giudizio suonando un corno; a differenza di Jibrail (Gabriele) e Mikail (Michele), questo arcangelo non è menzionato nel Corano

È l’angelo dell’amore sponsale e della salute. È, nella chiesa cattolica, come in quella ortodossa, il patrono di:
giovani, fidanzati, sposi, farmacisti, educatori, viandanti, profughi.

A cura di Redazione Papaboys fonte: Cathopedia

 

 

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome