Il consiglio di Madre Teresa. 13 Gennaio 2019

Meditazioni di Madre Teresa di Calcutta per ogni giorno dell’anno.

 “Sentivo che il Signore mi chiedeva di uscire nelle strade a servire i poveri. Non era un suggerimento, un invito o una proposta. Era un ordine“ Da quel momento, i più poveri tra i poveri, iniziarono ad avere una vita migliore: Madre Teresa li accudiva, li curava, li amava.

I suoi scritti, le sue parole, ci spingono ad un amore incondizionato verso i nostri fratelli, sull’esempio dell’Amore senza misura di Gesù.

Un consiglio al giorno di Madre Teresa, che possa accompagnarci a vivere la giornata cercando di imitare Cristo.

Madre Teresa

Il consiglio di Madre Teresa per questo giorno.

Non ho mai dimenticato l’occasione in cui mi capitò di visitare

una casa dove si trovavano tutti quei vecchi genitori di figli e

figlie che li avevano messi in un istituto e poi li avevano

dimenticati. Mi recai in quel luogo e potei vedere come in quella

casa avessero di tutto, belle cose, ogni comodità, ma ognuno

stava con lo sguardo fisso alla porta. E non ne vidi alcuno con

sul volto un sorriso. Allora mi volsi alla Sorella e dissi: « Come

mai? Come mai questa gente, a cui non manca nulla, guarda

sempre verso la porta? Perché non sorridono? ».

Ero così abituata a vedere il sorriso sul volto della nostra

gente… anche i morenti da noi sanno sorridere. Mi rispose: «

Questo capita quasi ogni giorno. Stanno aspettando, sperano

che un figlio o una figlia venga a trovarli ». Soffrono perché si

sentono dimenticati. Vedete… qui ci vuole l’amore. Quel tipo di

povertà c’è anche nelle nostre case, e anche quella negligenza

d’amore. Forse nella nostra stessa famiglia vi è qualcuno che si

sente solo, che è in stato di sommo disagio, che si sente

angosciato, e questi sono momenti difficili per ciascuno. Noi

siamo lì, presenti? Ci siamo a riceverli?

MADRE TERESA

Il Memorare : la preghiera recitata da Madre Teresa, nove volte al giorno, in onore della Beata Vergine

 

Ricordati, o piissima Vergine Maria,

che non si è mai udito

che qualcuno sia ricorso alla tua protezione,

abbia implorato il tuo patrocinio

e domandato il tuo aiuto,

e sia rimasto abbandonato.

Sostenuto da questa fiducia,

mi rivolgo a te, Madre, Vergine delle vergini.

Vengo a te, con le lacrime agli occhi,

colpevole di tanti peccati,

mi prostro ai tuoi piedi e domando pietà.

Non disprezzare la mia supplica,

o Madre del verbo,

ma benigna ascoltami ed esaudiscimi.

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome