Nuovo tweet di @Pontifex_it: La divisione in una comunità cristiana è opera del diavolo.

Oggi Papa Francesco ha lanciato un nuovo tweet dal suo account @Pontifex_it:

“La divisione in una comunità cristiana è un peccato gravissimo, è opera del diavolo.”

La divisione in una comunità cristiana è un peccato gravissimo, è opera del diavolo.
L’account twitter di Papa Francesco ha superato i 15 milioni di follower. I follower più numerosi sono quelli in lingua spagnola (6.479.550), seguiti da quelli in lingua inglese (4.366.300), italiana (1.867.400), portoghese (1.123.800), francese (291.800), latina (271.600), tedesca (206.300), polacca (251.100), araba (145.500).

Il tweet precedente di sabato 27 settembre era: “C’è la tendenza a mettere al centro noi stessi e le nostre ambizioni personali. Questo è molto umano, ma non è cristiano.”

C’è la tendenza a mettere al centro noi stessi e le nostre ambizioni personali. Questo è molto umano, ma non è cristiano.

Lo scorso giovedì 25 settembre aveva scritto: “Gesù capisce le nostre debolezze, i nostri peccati; e ci perdona, se noi ci lasciamo perdonare.”

tweet_Gesù_perdona

Lo scorso 23 settembre aveva scritto: “Quando in una società manca Dio, anche la prosperità è accompagnata da una povertà spirituale terribile.”

 

Quando in una società manca Dio, anche la prosperità è accompagnata da una povertà spirituale terribile.

Il tweet precedente, di sabato 20 settembre, era: “Cari giovani, ascoltate dentro di voi: Cristo bussa alla porta del vostro cuore.”

tweet_Cristo_Giovani

Il tweet di giovedì 18 settembre era: “Maria, donaci la grazia di essere gioiosi nella libertà dei figli di Dio.”

tweet_SMaria

Il tweet precedente, di martedì 16 settembre, era: “Il Signore sempre ci aspetta per accoglierci nel suo amore: è una cosa stupenda, che non finisce di sorprenderci.”

tweet_Gesù_ti_accoglie

Lo scorso 13 settembre aveva scritto: “Nonostante i nostri peccati, possiamo ripetere come Pietro: Signore, Tu conosci tutto, Tu sai che ti voglio bene.”

Nonostante i nostri peccati, possiamo ripetere come Pietro: Signore, Tu conosci tutto, Tu sai che ti voglio bene.

Il tweet precedente, di giovedì 11 settembre, era: “Non possiamo confidare nelle nostre forze, ma solo in Gesù e nella sua misericordia.

tweet_Misericordia_2

Ricordi la misericordina?
Misericordina

Martedì 9 settembre aveva inviato questo messaggio: “La fedeltà di Dio è più forte delle nostre infedeltà e dei nostri tradimenti.

La fedeltà di Dio è più forte delle nostre infedeltà e dei nostri tradimenti.

Lo scorso sabato 6 settembre aveva scritto: “Gesù è il Buon Pastore. Ci cerca e ci sta vicino anche se siamo peccatori, soprattutto perché siamo peccatori.

Gesù è il Buon Pastore. Ci cerca e ci sta vicino anche se siamo peccatori, soprattutto perché siamo peccatori.

Venerdì 5 settembre, per la prima volta, Papa Francesco aveva lanciato dal suo account @Pontifex_it un tweet con un’immagine allegata: una fotografia della Caritas statunitense (Catholic Relief Service) in cui si vedono due bambini iracheni in un campo di fortuna situato sotto un ponte.

“Prego ogni giorno per quanti soffrono in Iraq – scrive il Papa – Pregate con me”.

Prego ogni giorno per quanti soffrono in Iraq. Pregate con me.

giovedì 4 settembre aveva scritto: “La nostra testimonianza cristiana è autentica se è fedele e senza condizioni.

La nostra testimonianza cristiana è autentica se è fedele e senza condizioni.

Il tweet precedente, di martedì 2 settembre diceva: “Un cristiano che non sente la Vergine Maria come madre è un orfano.

Un cristiano che non sente la Vergine Maria come madre è un orfano.

 

Guarda tutti i tweet di Papa Francesco su PAPABOYS 3.0:

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni con il cuore, senza interessi economici o politici, solo perché il cuore ci chiama a farlo. CI DAI UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome