Home News Italiae et Ecclesia Giulia si svegliò dal coma grazie alle preghiere di famiglia ed amici....

Giulia si svegliò dal coma grazie alle preghiere di famiglia ed amici. E oggi Papa Francesco….

La benedizione del Pontefice a Giulia Bottacin: nel 2014, a 26 anni, subì un gravissimo incidente stradale. Stette in coma 2 mesi. Le preghiere della famiglia e degli amici.
Aveva preparato il breve discorso da fare, in spagnolo, lingua che come l’inglese è stata l’oggetto di studio del suo corso universitario.

 

Ma quando si è trovata davanti papa Francesco non è riuscita a dire nulla. “Sono rimasta senza parole, è stata mamma a raccontargli che tre anni fa ho avuto un incidente molto grave”, confida Giulia Bottacin, 30 anni, che questa mattina in piazza san Pietro è stata benedetta dal pontefice. Finalmente di persona.

Tre anni fa erano stati il fratello Alberto e il papà Valerio a portare a Bergoglio la foto che la immortalava con Giovanni Paolo II. “È stato pazzesco, ho avuto la sensazione – rivela la ragazza – di incontrare una persona che mi conoscesse da sempre. Sono sicura che quello che volevo comunicargli lo ha capito dal mio sguardo”. Si considera “una miracolata, nei fatti e non per modo di dire”, Giulia.

A fine gennaio 2014 era ad Orlando, in Florida. Aveva terminato il contratto di lavoro alla Disney e aveva deciso di trascorrere due settimane di vacanza prima di tornare a casa, a Paese, a pochi chilometri da Treviso. Era al semaforo quando un’altra macchina è piombata sulla sua. Cinquantaquattro giorni di coma, il rientro in Italia a bordo di un volo di Stato e il risveglio.

“La strada è lunga, ma bisogna pensare positivo e trovare la forza in se stessi. Non conta quanto tempo impieghi per raggiungere un traguardo, l’importante è farcela. E io ce l’ho fatta”, dice Giulia che non si è mai data per vinta. “Cammino con le mie gambe, il mio cervello, nonostante il danno subito, è a posto, mi ricordo le lingue che ho imparato, parlo anche se ancora non benissimo”, elenca la ragazza che, con orgoglio, aggiunge: “Ho fatto dieci lezioni di guida e ho ripreso la patente”. Del resto, Giulia ha imparato “che la vita è molto più sottile di quello che si possa pensare e che per questo non bisogna dare nulla per scontato”. Così continua la riabilitazione e ad “affrontare tutto ciò che si deve”.






 

Leggi anche:

“Se mi sono svegliata – sorride – è perché la mia famiglia e tanti amici hanno pregato per me. Migliorare è il mio modo per ringraziare tutti quelli che hanno creduto in me e per il dono di questa seconda vita”. “Nella nostra storia, c’è un ‘prima’ e c’è un ‘dopo’, con obiettivi e parametri diversi, ma non ci arrenderemo mai e andiamo avanti, facendo tutto il possibile perché Giulia possa migliorare sempre di più”, osserva mamma Daniela che insieme al marito e al figlio è sempre stata accanto alla ragazza. “La fede – ammette – ha fatto la differenza, ci ha aiutato ad avere fiducia, a non abbatterci”.

Anche quando al telefono hanno ventilato l’ipotesi che avrebbero potuto non rivedere Giulia viva, anche quando i medici non si sbilanciavano sulla diagnosi. “Ci abbiamo creduto, non abbiamo mai perso la speranza: quando era in coma, le siamo stati vicino, fisicamente, le facevamo ascoltare i messaggi vocali che i suoi amici le inviavano via whatsapp e le canzoni contenute sul suo lettore musicale”, racconta Alberto. È stata una battaglia dura, ma ora Giulia vuole essere un esempio per gli altri. Perché la sua storia è un inno alla vita.




Fonte:  www.avvenire.it

Sostieni Papaboys 3.0

Con una piccola donazione di sostegno per il sito, puoi far sì che i nostri contenuti siano sempre più numerosi e migliori nella qualità; vogliamo regalarti ogni giorno parole che annuncino l’Amore e la Speranza di Gesù. Inoltre, sostenendoci economicamente, potremmo creare delle nuove opportunità, sia di collaborazione, sia di lavoro, in un momento storico così difficile. Grazie per quello che potrai fare!

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

Pubblicità
Pubblicità

I nostri social

306,033FansLike
20,431FollowersFollow
9,829FollowersFollow
8,600SubscribersSubscribe

News recenti

madonna-del-buon-successo

E’ la Festa della Madonna del Buon Successo. Recita oggi, 16...

E' la Festa della Madonna del Buon Successo, la preghiera che puoi recitare oggi, 16 gennaio 2021 Il 30 dicembre 1576 nella città di Quito,...