Home News Familia et Mens Caritas, al via il progetto: Una famiglia per la famiglia

Caritas, al via il progetto: Una famiglia per la famiglia

Caritas, al via il progetto: Una famiglia per la famigliaUna famiglia a sostegno di un’altra famiglia in difficoltà, con il coinvolgimento di tutti componenti di entrambi i nuclei per un aiuto ma anche per un arricchimento reciproco. E’ il progetto “Una famiglia per una famiglia”, promosso dalla Fondazione Paideia in collaborazione con la Caritas Italiana e diocesana e l’assessorato alle Politiche sociali di Roma, presentato questa mattina in Campidoglio. L’iniziativa, già attiva dal 2003 in diverse regioni d’Italia, avrà nella Città Eterna una fase di sperimentazione di due anni, durante i quali verranno avviati otto affidi della durata di 12 mesi. Marina Tomarro ha intervistato il direttore di Paideia Fabrizio Serra.

R. – E’ un progetto di intervento preventivo a sostegno di quelle famiglie che si trovano in un momento particolare della loro vita a vivere una situazione di fragilità. In modo pratico: una famiglia, che definiamo “famiglia risorsa”, si mette a disposizione di una famiglia che consideriamo fragile per accompagnarla durante un percorso educativo, per evitare in modo particolare il rischio anche di allontanamento del minore dalla famiglia di origine. L’obiettivo, naturalmente, è quello di riuscire a trasformare una buona prassi in una politica attivabile, sostenibile sui vari territori, in modo che i servizi possano essere attrezzati e dotati di una modalità di intervento in più per andare a coprire un’area di vulnerabilità e di fragilità di quelle famiglie che si trovano nella fascia grigia, famiglie che necessiterebbero di interventi più impegnativi, anche dal punto di vista delle risorse economiche che dovrebbero essere messe in campo.

E nel progetto forte è l’impegno anche della Caritas italiana e diocesana che si va ad affiancare così al lavoro dei servizi sociali. Il commento del direttore della Caritas italiana don Francesco Soddu:

R. – Ciò che io ritengo sia necessario sottolineare è l’apporto che, attraverso Caritas, sia gli enti locali come le famiglie e le diocesi riescono a produrre, dando un nuovo parametro e qualche respiro in più ai servizi sociali, affinché possano uscire da una sorta di standardizzazione del loro essere verso delle forme che possono essere inedite fino a questo momento.

D. – In che modo individuate le famiglie che hanno bisogno di aiuto?

R. – Ogni Caritas e ogni centro di ascolto registra quelle che sono le criticità del territorio: e non soltanto le criticità, ma anche quelle che sono le potenzialità. Pertanto “Una famiglia per una famiglia” è il raccogliere quelle belle opportunità che dai centri di ascolto, passando attraverso gli osservatori delle povertà e delle risorse, già sono evidenti.

Infatti nella capitale, sempre di più sono le famiglie in serie difficoltà economiche costrette a chiedere aiuto alla Caritas diocesana. Il direttore della Caritas diocesana, mons. Enrico Feroci:

R. – Noi abbiamo grandi difficoltà con le famiglie che si riferiscono alla Caritas diocesana. Sappiamo che gli interventi che possiamo fare sono quelli di ordine materiale: li mandiamo all’emporio, paghiamo anche qualche volta – quando è possibile – le utenze… Ma ci siamo resi conto che c’è un’altra difficoltà, che è molto più interiore, che è molto più profonda ed è quella della incapacità, molte volte, delle famiglie di sapersi gestire. Allora abbiamo pensato che un tutor, una famiglia che potesse star vicino alla famiglia per aiutarla a individuare i percorsi e venire fuori dalle difficoltà materiali e qualche volta anche psicologiche dei rapporti: questo potrebbe essere un esperimento e una realtà molto bella, molto positiva. Quindi abbiamo voluto sottolineare come la famiglia, in quanto tale, possa essere aiutata dalla famiglia: non solamente il singolo, la persona, il bambino perché minore o l’anziano perché solo, ma far diventare la famiglia una risorsa in modo che le famiglie possano ritrovare la strada e un percorso per camminare da soli.

A cura di Redazione Papaboys fonte: Radio Vaticana

Sostieni Papaboys 3.0

Anche se l’emergenza Coronavirus rende difficile il lavoro per tutti, abbiamo attivato a nostre spese la modalità di smart working (lavoro da remoto) per stare vicino ad ognuno di voi, senza avere limitazioni di pubblicazione, con informazione e speranza, come ogni giorno, da 10 anni. CI PUOI DARE UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,878FansLike
17,168FollowersFollow
9,617FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

San Pietro di Verona

Il Santo di oggi 6 Aprile 2020 San Pietro da Verona,...

Oggi la Chiesa ricorda San Pietro da Verona, Martire Pietro da Verona, al secolo Pietro Rosini, è stato un predicatore appartenente all'Ordine dei domenicani ed...