Brianna, 19 anni, ha rifiutato le cure per far nascere il suo bimbo. Ma sono morti entrambi!

Pur di far nascere suo figlio sano aveva deciso di rimandare le cure per il cancro, malattia che le era stata diagnosticata durante i primi mesi di gravidanza. La coraggiosa mamma, Brianna Rawlings, di 19 anni, è morta pochi giorni dopo aver dato alla luce il suo bambino, Kyden. Poco più che adolescente Brianna  aveva deciso coraggiosamente di ritardare il trattamento del cancro mentre era incinta, per dare al figlio Kyden le migliori possibilità di sopravvivenza.

brianna

L’adolescente, originaria di Sydney, in Australia, – riferisce il sito on line del quotidiano Il Messaggero – era appena alla diciassettesima settimana di gravidanza quando le fu diagnosticata una forma rara e aggressiva di leucemia. A quel punto il medico la mise di fronte a una scelta drammatica: interrompere la gravidanza o portare a termine il figlio, ritardando il trattamento.

Brianna non ha esitato ma la sua decisione di continuare la gravidanza ha dimezzato le sue possibilità di sopravvivenza. Tuttavia, è stata costretta a partorire tre mesi prima, quando ha iniziato a soffrire di dolori lancinanti e febbri. Kyden ha poi perso tragicamente la sua battaglia per la vita, 12 giorni dopo la nascita, per colpa di un’infezione allo stomaco.

brianna

A quel tempo, Brianna ha raccontato al Daily Mail: «Quei 12 giorni che ho potuto trascorrere con il mio bambino Kyden, tenendolo in braccio, contando le dita dei piedi e le dita e parlando con lui come ho fatto quando era nella mia pancia. erano così speciali, sono stati i migliori 12 giorni della mia vita».

Dopo aver affrontato il calvario per la morte del piccolo, la salute di Brianna sembrava migliorare, poi il tragico epilogo dopo che i medici avevano dovuto escludere un trapianto di midollo osseo offerto da suo fratello.

Sostieni Papaboys 3.0

Se sei arrivato o arrivata a leggere fino qui è evidente che apprezzi il nostro Sito. Ed anche ciò che scriviamo. Lo facciamo da 10 anni, con il cuore, senza interessi economici o politici, semplicemente perché il cuore ci chiama a farlo. E ci mettiamo passione, costanza, ed anche quel pizzico di professionalità che deve contraddistinguere i cristiani. Ecco perché siamo “missionari di parabole antiche e sempre nuove: chiamati ad esserci, ed a stare anche vicini ad ognuno di voi”.

Un numero sempre maggiore di persone legge Papaboys.org senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Soprattutto quando si parla di cristianesimo.

Purtroppo il tipo di informazione che cerchiamo di offrire richiede molto tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire tutti i giorni i costi quotidiani di Papaboys.org ed abbiamo deciso di chiedere proprio a te che leggi di essere per noi, proprio Provvidenza.

Puoi aiutarci a continuare questa missione sempre meglio e con maggiore spessore ed incisività? L’unica cosa che non possiamo garantirti è aumentare il cuore che ci mettiamo per fare questo lavoro, perché fino ad oggi ce lo abbiamo messo davvero tutto! Ma con un po’ di sostegno in più, possiamo essere davvero più incisivi, per te, e per tutti coloro che ci seguono (quasi 2.000.000 di lettori ogni mese!)

Inviaci il tuo contributo, quello che vuoi, e che puoi. E che Dio ti benedica!

Grazie
Daniele Venturi
Direttore Papaboys.org

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €15.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome