Home Verbum Domini Beato il grembo che ti ha portato! Beati piuttosto coloro che ascoltano...

Beato il grembo che ti ha portato! Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio!

Lc 11,27-28 Beato il grembo che ti ha portato! Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio.Lc 11,27-28
Beato il grembo che ti ha portato! Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio.

In quel tempo, mentre Gesù parlava, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

È Dio la vera beatitudine di ogni uomo, perché è Dio la sua vera vita. La vita è tutta la sua parola. Dio è ricco di vita per i suoi veri adoratori, per coloro che fanno la sua volontà, che rimangono ancorati alla sua legge, che vivono di perfetta obbedienza.

Se tu obbedirai fedelmente alla voce del Signore, tuo Dio, preoccupandoti di mettere in pratica tutti i suoi comandi che io ti prescrivo, il Signore, tuo Dio, ti metterà al di sopra di tutte le nazioni della terra. Poiché tu avrai ascoltato la voce del Signore, tuo Dio, verranno su di te e ti raggiungeranno tutte queste benedizioni. Sarai benedetto nella città e benedetto nella campagna. Benedetto sarà il frutto del tuo grembo, il frutto del tuo suolo e il frutto del tuo bestiame, sia i parti delle tue vacche sia i nati delle tue pecore. Benedette saranno la tua cesta e la tua madia. Sarai benedetto quando entri e benedetto quando esci. Il Signore farà soccombere davanti a te i tuoi nemici, che insorgeranno contro di te: per una sola via verranno contro di te e per sette vie fuggiranno davanti a te. Il Signore ordinerà alla benedizione di essere con te nei tuoi granai e in tutto ciò a cui metterai mano. Ti benedirà nella terra che il Signore, tuo Dio, sta per darti.

Il Signore ti renderà popolo a lui consacrato, come ti ha giurato, se osserverai i comandi del Signore, tuo Dio, e camminerai nelle sue vie. Tutti i popoli della terra vedranno che il nome del Signore è stato invocato su di te e ti temeranno. Il Signore, tuo Dio, ti concederà abbondanza di beni, quanto al frutto del tuo grembo, al frutto del tuo bestiame e al frutto del tuo suolo, nel paese che il Signore ha giurato ai tuoi padri di darti. Il Signore aprirà per te il suo benefico tesoro, il cielo, per dare alla tua terra la pioggia a suo tempo e per benedire tutto il lavoro delle tue mani: presterai a molte nazioni, mentre tu non domanderai prestiti. Il Signore ti metterà in testa e non in coda e sarai sempre in alto e mai in basso, se obbedirai ai comandi del Signore, tuo Dio, che oggi io ti prescrivo, perché tu li osservi e li metta in pratica, e se non devierai né a destra né a sinistra da alcuna delle cose che oggi vi comando, per seguire altri dèi e servirli (Dt 28,1-14).

Anche il Nuovo Testamento annunzia la stessa verità, portandola in una immensità di tempo e di eternità, di Cielo e di terra, di presente e di futuro. Dio con la sua vita eterna si consegna a chi vive la Parola di suo Figlio Gesù, il suo Santo Vangelo.

Vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli (Mt 5,1-12a).

Una donna vuole annullare la verità divina. Gesù non lo consente. Mai si deve abolire la verità celeste in nome di relazioni umane, della terra, di questo mondo. Le relazioni del mondo, secondo il mondo non sono fonte di beatitudine. Mai lo potranno essere.

Mentre diceva questo, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

Chi è beato? Chi è pieno di vita? Chi è nella gioia e nella felicità perenne? Non chi ha natali nobili, elevati, eccelsi. Non chi possiede beni su questa terra. È beato colui nel cui cuore abita il Signore e il Signore abita se in esso dimora la sua Parola. Si ascolta la Parola di Dio, la si osserva, la si mette in pratica e Dio con la pienezza della sua vita viene a prendere possesso del cuore. Il cuore pieno di Dio, del suo Dio, è nella beatitudine. La donna invece ignora completamente il suo Dio e fa consistere la vera beatitudine in una nascita da una donna. Essendo Gesù la verità divina ed umana, della terra e del Cielo, non può permettere che la falsità avvolga la sua vita e lo dice.

Vergine Maria, Madre della Redenzione, Angeli, Santi, fateci veri adoratori di Dio.

Commento a cura del Movimento Apostolico

Sostieni Papaboys 3.0

Anche se l’emergenza Coronavirus ha reso difficile il lavoro per tutti, abbiamo attivato a nostre spese la modalità di smart working (lavoro da remoto) per stare vicino ad ognuno di voi, senza avere limitazioni di pubblicazione, con informazione e speranza, come ogni giorno, da 10 anni. CI PUOI DARE UNA MANO?

Informazioni Personali

Dettagli Fatturazione

Termini

Totale Donazione: €20.00

SCRIVI UNA RISPOSTA

Scrivi il commento
Inserisci il tuo nome

I nostri social

9,924FansLike
17,749FollowersFollow
9,724FollowersFollow
1,600SubscribersSubscribe

News recenti

Preghiera a Madre Teresa di Calcutta

Supplica a Madre Teresa di Calcutta. Preghiera del mattino 4 Giugno...

Supplica a Madre Teresa di Calcutta - 4 Giugno PREGHIERA Santa Teresa di Calcutta, tu hai permesso all’amore assettato di Gesù sulla Croce di diventare dentro di te...